Un viaggio in musica tra siti archeologici, borghi, ed escursioni dall’alba al tramonto. La quarta edizione di RisorgiMarche , iniziata il 18 luglio a Falerone (Fermo), ha una modalità diversa, dovuta all’emergenza sanitaria, ma mantiene l’anima e il cuore, all’insegna della solidarietà, per la rinascita delle comunità marchigiane colpite dal sisma del 2016 ed oggi ancora più penalizzate a seguito della pandemia Covid-19.

Come per le tre edizioni precedenti, le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane (BCC) – attraverso Federcasse e la Federazione Marchigiana delle BCC – sono main sponsor di questa nuova edizione di RisorgiMarche ideata e diretta da Neri Marcorè e realizzata dalla “Tam” di Giambattista Tofoni.

Il Credito Cooperativo con RisorgiMarche

Perché essere banche di comunità, significa essere vicini alla comunità, nella comunità, e adoperarsi per essa. In 650 comuni, le BCC rappresentano l’unica presenza bancaria favorendo la coesione sociale, aiutando a contrastare il declino demografico e creando occasioni di lavoro. A beneficio soprattutto delle famiglie e delle imprese locali.

Il Credito Cooperativo condivide con il Festival l’obiettivo di creare occasioni di valorizzazione delle “economie dei luoghi”, non solo attraverso la buona musica e una formula originale di coinvolgimento del pubblico e di sensibilizzazione sui temi ambientali, ma anche creando occasioni di turismo responsabile e di attenzione verso le comunità locali, spesso dei piccoli borghi delle aree interne.

Il senso della partecipazione delle BCC a Risorgimarche nelle parole del Dg di Federcasse Sergio Gatti

“Anche quest’anno – ha detto il direttore generale di Federcasse, Sergio Gatti – vogliamo dare il nostro sostegno ad una manifestazione a cui siamo legati condividendo principi ed obiettivi. Perché, soprattutto in un momento di emergenza come quello che stiamo vivendo, è ancora più importante essere vicini alle comunità, per poter ricominciare nel segno della solidarietà e della sostenibilità”.

Sin dalle prime ore successive al sisma del 2016, il Credito Cooperativo italiano aveva attivato un progetto denominato “Le banche di comunità per la rinascita delle comunità” che – grazie alla solidarietà concreta di migliaia di amministratori, dipendenti, soci e clienti – aveva consentito di raccogliere oltre 1 milione e 400 mila euro.  I fondi raccolti sono stati destinati ad iniziative e progetti di carattere sociale o per la ripresa di attività produttive, individuate con il coinvolgimento diretto delle comunità di Amatrice, Accumoli, Norcia, Pieve Torina, Arquata del Tronto e altri centri del cratere nel Piceno.

Musica nei borghi, valorizziamo le “economie dei luoghi”

Quest’anno RisorgiMarche prevede 16 concerti nei borghi più suggestivi del territorio marchigiano tra i mesi di luglio ed agosto e 2 concerti escursione all’alba e al tramonto nel solo mese di agosto. Previsto anche un concerto escursione con le guide alpine (in data ancora da definire) di Marco Santini, violinista e compositore socio della BCC di Filottrano. Il concerto del 25 luglio a Montemonaco è stato invece dedicato al compianto Presidente dei Giovani Soci della BCC Ripatransone e Fermano Marco Lanciotti, prematuramente scomparso lo scorso dicembre dopo una lunga malattia.

Il Presidente dei Giovani Soci della BCC Ripatransone e del Fermano, Marco Lanciotti (al centro), scomparso nel dicembre scorso, insieme a Neri Marcorè ed ai giovani della BCC sui prati di RisorgiMarche 2019.
Niccolò Fabi in concerto il 23 agosto all’Arena La Cava – Ripe San Ginesio MC

Tra gli artisti che parteciperanno a questa edizione di RisorgiMarche ci sono Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Ambrogio Sparagna Trio, La Banda della Ricetta, Peppe Servillo & Solis String Quartet, Ziad Trabelsi & Carthage Mosaik, Enzo Avitabile e Dente, ma anche Brunori Sas & Neri Marcorè, Niccolò Fabi, Giovanni Truppi, Raiz & Radicanto.

Niente concerti sui prati, dunque, ma massima attenzione alle eccellenze dislocate nell’area del cratere sismico, tra piazze, chiese, musei ed enogastronomia. A questo si aggiunge la scelta di applicare un biglietto solidale a 5 euro, con tutto l’incasso che verrà devoluto al Comune ospitante, e per chi vorrà contribuire ulteriormente ci sarà un biglietto sostenitori a 20 euro. Altra novità è il pagamento degli artisti, che nelle edizioni precedenti avevano partecipato sempre a titolo gratuito, per sostenere un settore in difficoltà.

Vai sul sito www.risorgimarche.it e scopri il programma e come partecipare agli eventi.