Punto Macro

Punto Macro è la nota di analisi macroeconomica mensile realizzata da economisti del Servizio Studi, Ricerche e Statistiche di Federcasse.

La nota, oltre ad una breve analisi macroeconomica globale e poi italiana, analizza lo stato dei mercati monetari, dei tassi governativi, dei tassi di cambio e del mercato azionario, quest’ultimo solo a livello indici.

» Scarica tutti i Punto Macro

 

Editoriale Dicembre 2016

Punto macro n°12

Pil italiano in leggero rialzo

Nel terzo trimestre, la variazione annuale del Pil italiano è stata rivista al di sopra delle aspettative (+1,0%, contro +0,9%, era stato +0,8% a giugno). Rimangono critiche le condizioni del mercato del lavoro, che rallentano in modo significativo anche i consumi.


1) Rivisto al rialzo il pil italiano. Nel terzo trimestre, la variazione annuale del pil italiano è stata rivista al di sopra delle aspettative degli operatori e della stima preliminare (+1,0%, contro +0,9%, era stato +0,8% a giugno). Hanno contribuito positivamente sia la domanda interna che quella estera. In accelerazione gli investimenti (come conferma anche la dinamica favorevole della produzione industriale ad agosto e settembre) e le esportazioni, hanno rallentato (pur rimanendo in crescita) la spesa delle famiglie e quella pubblica. Rimangono critiche le condizioni del mercato del lavoro, che rallentano in modo significativo anche i consumi.
2) Rimangono ferme Federal Reserve e BCE in attesa delle decisioni di dicembre. Federal Reserve e Banca Centrale Europea non hanno ritoccato i tassi ufficiali, ma le dichiarazioni dei rispettivi presidenti lasciano intendere che a dicembre verrebbero soddisfatte le aspettative degli analisti di rialzo negli USA e di prolungamento del QE nella Zona Euro.
3) Continua la traslazione verso l’alto della curva Euribor a 3 mesi. Il tratto della curva da dicembre 2019 in avanti è ormai positivo.
4) Rendimenti dei governativi italiani e relativo spread in aumento.
5) Sale il prezzo del petrolio. Dopo l’accordo dell’OPEC, la quotazione del Brent è tornata sopra i 50 dollari per barile.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra