BCC STORIES
Questa sezione del portale del Credito Cooperativo è dedicata alle storie delle nostre banche. Alle loro iniziative, ai loro progetti sul territorio. E alle loro nuove sfide.

Se anche tu vuoi raccontare la storia della tua banca inviacela a redazione@federcasse.bcc.it
 
SOCIAL
 
BCC Stories News
11/11/2013
CR di Tuenno-Val di Non
Un successo senza precedenti l’incontro organizzato dalla Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non con Lucia Rizzi, in arte Tata Lucia, conosciuta al grande pubblico per il programma televisivo “SOS Tata” (in onda su Sky e La7) e per la pubblicazione di numerosi libri, tra cu il recentissimo I segreti delle famiglie felici.

Partendo da un’attenta analisi della sua infanzia (“Ero una bambina terribile!”), la Tata ha posto l’accento sulla felicità, sostenendo che “ai figli non è possibile trasmettere felicità se la felicità non c’è dapprima tra i coniugi. La famiglia deve rappresentare un cenacolo di felicità da condividere tra i suoi membri”. É anche importante sviluppare nei bambini l’autonomia, abbandonando le pratiche di “servilismo” che purtroppo vengono (in buona fede) applicate da molte famiglie: “Anche un bambino di tre anni può iniziare a farsi il lettino e i bambini di sei anni, come riescono a giocare, possono anche imparare a tenere in mano un’aspirapolvere”. Queste pratiche, se esercitate fin dall’infanzia, diventano delle buone abitudini per il resto della vita.

Lucia Rizzi ha quindi aperto una parentesi sul pericolo delle nuove tecnologie, in particolare internet, ribadendo più volte la massima attenzione che i genitori devono prestare in questo ambito. “I bambini hanno bisogno di essere educati con rinforzi positivi, trasmettendo loro valori veri e sinceri” in modo tale che possano crescere sviluppando le loro capacità e il loro talento. “Tutti i nostri bambini sono unici, irripetibili” ha sostenuto più volte.

Un argomento al centro della conferenza è stato il mondo della scuola. “Non lamentiamoci delle strutture delle scuole, degli aspetti tangibili: nelle scuole italiane c’è tutto il necessario, come le lavagne interattive. Il problema è nel comportamento. Si dovrebbero introdurre nuove materie, come l’educazione comportamentale e l’economia domestica, riscoprendo i percorsi formativi di un tempo”.
ULTIMISSIME
01/12/2016

BCC Valdostana sostiene i talenti degli sport invernali

 

 
 


Se l’amore è intelligente, sa trovare i modi per operare secondo una previdente e giusta convenienza, come indicano, in maniera significativa, molte esperienze nel campo della cooperazione di Credito.

Benedetto XVI 29 giugno 2009


La BCC si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune.

dallo Statuto delle BCC, art.2

 
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra