BCC STORIES
Questa sezione del portale del Credito Cooperativo è dedicata alle storie delle nostre banche. Alle loro iniziative, ai loro progetti sul territorio. E alle loro nuove sfide.

Se anche tu vuoi raccontare la storia della tua banca inviacela a redazione@federcasse.bcc.it
 
SOCIAL
 
BCC Stories News
12/09/2013
Cassapadana
Il progetto di portale sul ‘900 Memorieincammino dell’Istituto Cervi: partner Cassapadana
La memoria si mette in viaggio

Il progetto Memorieincammino nasce dalla volontà di rappresentare attraverso le fonti e i luoghi, la grande ricchezza delle memoria italiana in relazione alla storia del primo '900. Il “secolo breve” che ha tenuto con sé, nel giro di ancor più brevi anni, eventi di portata enorme quali fascismo, antifascismo, seconda guerra mondiale, deportazione e Resistenza. Temi su cui si incentra il disegno di questo portale, in un’ideale linea del tempo tra il 1922 e il 1945. Partner unico del progetto è Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo che supporta l'Istituto Alcide Cervi nella creazione di questo progetto multimediale della rievocazione.
Il rigore dell’archiviazione dei documenti non si ferma però al dato della semplice catalogazione rigorosa ma acquista la bellezza della visività in cui tutto questo materiale viene reso disponibile e messo in circuito condiviso.
L'Istituto Alcide Cervi, nato a Gattatico in provincia di Reggio Emilia nel 1978 e dedicato a papà Cervi, figura emblematica del dopoguerra italiano e testimone altissimo della Resistenza, ha una lunga storia alle spalle e una radicata estensione territoriale. Il portale renderà questa esperienza un circuito prezioso e virtuoso rispondendo alla complessità di una rete territoriale che parte dal Piemonte e, attraverso Marche ed Emilia, giunge sino alla Sicilia. L’idea partecipata del luogo virtuale è quello di offrire aperture a nuove realtà o singoli che potranno contribuire alla creazione di rete digitale di storie. Il testimonial scelto per il progetto è di prima grandezza: il cantore bulgaro Moni Ovadia che, nel video, precisa: “Gli esseri umani si devono e si possono riconciliare, le memorie sono irriconciliabili”.

www.memorieincammino.it  
www.fratellicervi.it  
www.cassapadana.it

La memoria non è roba da antiquari

Due domande a Mirco Zanoni presidente dell’Istituto Cervi

Che senso ha Memorieincammino, un progetto di museo on line?

La memoria è diventata per le nuove generazioni un tema di nostalgia o, peggio, di antiquariato. Il sito vuole coprire questo gap anche utilizzando quella peculiare offerta tecnologica che rende tutto fruibile e visibile con un linguaggio, un mezzo mediale vicino alle nuove generazioni. Mi permetto di dire che l’incontro con Cassa Padana è stato straordinario. Non è consueto trovare in una banca – anche per un luogo comune – un partner ideale. Si aggiunge poi la vicinanza dettata da un sentire il senso della territorialità nella stessa maniera.

Vi siete imbattuti in qualcosa di straordinario nell’implementazione dei materiali?

La forza del nostro Istituto è legata ai contributi di tanti Comuni che, non avendo la possibilità di costruire un proprio serbatoio di memorie hanno aderito al nostro creando una rete molto diffusa. Lo sbilanciamento naturale è stato finora verso la memoria della Resistenza partigiana. Molte novità interessanti stanno venendo adesso dalle testimonianze dei deportati, da sempre considerate di un eroismo di serie B rispetto a quello partigiano. Forse pure per un dolore, un’onta, un bisogno di rimozione. In particolare molta originalità sta arrivando da quel particolare segmento di storia rappresentata dai deportati alleati. Per intenderci quelli che sono finiti tra India e Sud Africa in condizioni di prigionia di certo migliori ma sempre con quel senso di allontanamento e dimenticanza che questo progetto può contribuire a sanare almeno dal punto di vista del ricordo.
ULTIMISSIME
01/12/2016

BCC Valdostana sostiene i talenti degli sport invernali

 

 
 


Se l’amore è intelligente, sa trovare i modi per operare secondo una previdente e giusta convenienza, come indicano, in maniera significativa, molte esperienze nel campo della cooperazione di Credito.

Benedetto XVI 29 giugno 2009


La BCC si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune.

dallo Statuto delle BCC, art.2

 
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra