BCC STORIES
Questa sezione del portale del Credito Cooperativo è dedicata alle storie delle nostre banche. Alle loro iniziative, ai loro progetti sul territorio. E alle loro nuove sfide.

Se anche tu vuoi raccontare la storia della tua banca inviacela a redazione@federcasse.bcc.it
 
SOCIAL
 
23/02/2017
Focus Ambiente

Risparmio energetico

Le questioni ambientali e il cambiamento climatico sono tra le maggiori sfide da affrontare. E gli effetti degli eventi naturali collegati al clima hanno conseguenze di vasta portata per l’economia e il sistema finanziario. Sono, in sintesi, alcune considerazioni che possono essere tratte dal rapporto di Banca d’Italia, dal titolo: “Dialogo nazionale dell’Italia per la finanza sostenibile”. Lo studio, inoltre, ha fatto riflettere esponenti del Governo e della Vigilanza su quanto sia importante muoversi verso lo sviluppo sostenibile e riformare la struttura della finanza, per incentivare gli investimenti “green”. E, inoltre, ha aiutato a comprendere come sia necessario cambiare i comportamenti quotidiani per cambiare i risultati nel futuro. Dallo sviluppo ambientale, infatti, può ripartire lo sviluppo industriale del nostro Paese. È per questo che il tema della crescita sostenibile sarà al centro del prossimo G7 di Taormina.

In questo scenario, le BCC sono “protagoniste”, poiché da sempre sono banche attente alla tutela ambientale, al risparmio energetico e, in generale, all’utilizzo consapevole delle risorse ambientali, in coerenza con il dettato statutario, che impegna ogni BCC a promuovere “la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera”. 

Più in generale, il sistema del Credito Cooperativo può contare sul supporto tecnico assicurato dal consorzio BCC Energia, che ha reso possibile l’acquisto di gruppo di energia pulita, consentendo ad ogni BCC di risparmiare sulla propria bolletta. Allo scorso dicembre, il Consorzio contava 123 aderenti (104 BCC, 10 Federazioni locali compresa Federcasse, 9 società del Gruppo bancario Iccrea), per un profilo di consumo pari a 93,4 GWh. In termini economici, si è ottenuto un risparmio di circa 3,6 milioni di euro rispetto alla media ponderata dei “prezzi di salvaguardia”. Il risparmio complessivo dalla nascita di BCC Energia (2009) è di oltre 12 milioni e 600 mila euro.

Nel complesso, infine, sono oltre 480 i milioni di euro che il Credito Cooperativo ha destinato negli ultimi anni al finanziamento per la produzione di energia da fonti di energia rinnovabile ed alternativa nelle comunità. Da ricordare che grazie all’intesa con Legambiente (nel periodo 2006 -2015) le BCC hanno potuto finanziare a tasso agevolato (con istruttoria tecnica della stessa Legambiente) 5.697 progetti per energie rinnovabili (a favore di famiglie e imprese), per un totale di 268 milioni di euro di investimenti.

Sono, inoltre, numerose le iniziative del Credito Cooperativo già avviate a favore del risparmio energetico, della diffusione di energie rinnovabili, della salvaguardia ambientale attraverso forme di credito che incentivano le buone pratiche di privati e imprese. Molte di queste realizzate con la collaborazione degli enti locali, delle associazioni di categoria e dell’associazionismo, al fine di contribuire a rendere il nostro Paese sostenibile.
Tra le più recenti iniziative del Credito Cooperativo:

  • l’adesione del Credito Cooperativo all’iniziativa “M’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di Radio2 Rai in occasione della tradizionale “Giornata del risparmio energetico” che quest’anno si terrà il prossimo 24 febbraio e avrà come tema principale quello del condi-Vivere. Un tema, particolarmente vicino alla logica della cooperazione.  Sul sostegno delle BCC ai territori è possibile consultare il sito http://www.sifaprestoadirebanca.it/temi/m-illumino-di-meno/
  • il convegno dal titolo: "Efficienza energetica e green economy: opportunità per lo sviluppo sostenibile del territorio", che si è tenuto il 21 febbraio a Roma, organizzato da BIT spa, dal Consorzio BCC Energia in collaborazione con Federcasse.
  • la “Convenzione-quadro nazionale” con Legambiente, attiva dal 2006, per la diffusione dell’uso delle energie rinnovabili ed alternativa, attraverso finanziamenti a condizioni agevolate.

E ancora: a livello territoriale, riportiamo alcune iniziative delle BCC, a titolo esemplificativo, censite nel Database delle Buone pratiche del Credito Cooperativo:

  • Emilbanca Credito Cooperativo (Bo). Finanziamenti  a tasso agevolato per lo sviluppo della filiera agricola, per il risparmio energetico e i percorsi di certificazione, per la produzione da fonti rinnovabili, e la commercializzazione dei prodotti, l'aggregazione tra imprese.
  • Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (Vi). Finanziamenti a tasso agevolato per il rinnovo del patrimonio edilizio con  tecniche di edilizia sostenibile ed energia rinnovabile; per interventi di edifici adibiti ad abitazioni riconosciuti invalidi; per interventi d'installazione di impianti solari e fotovoltaici.
  • Credito Cooperativo Valdarno Fiorentino (Fi). Contributi per interventi edilizi, ristrutturazioni in alloggi e locali ed realizzazione di impianti per la produzione di energia alternativa.
  • Banca di Credito Cooperativo di Pachino (Sr). Accordo per la realizzazione di una serra sperimentale ad alto contenuto tecnologico per l'abbattimento dell'assorbimento energetico e idrico e per il potenziamento della capacità produttiva.
  • Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe (Ta). Progetto per la trasformazione del politecnico di Taranto in un green campus, ovvero una struttura capace di autosostenersi da un punto di vista energetico, dedicato alla ricerca, all'alta formazione e al trasferimento tecnologico sui temi ambientali. Coinvolta anche la BCC di Taranto.
  • Banca di Credito Cooperativo Pordenonese (Pn). Linea di finanziamento dedicata alla riqualificazione energetica degli edifici; per la realizzazione di cappotti isolanti e il rifacimento dei tetti per migliorare l'isolamento, l'installazione di pannelli solari.
  • Cassa Rurale Banca di Credito Cooperativo di Treviglio (Bg). Iniziativa del convegno "Dal biogas al biometano sull'agricoltura lombarda". La BCC ha finanziato 12 aziende del territorio che si occupano di biogas.
  • Banca di Credito Cooperativo Ravennate e imolese (Ra).Mutui green” per i cittadini che vorranno acquistare prima casa o effettuare ristrutturazioni edili,  potranno beneficiare di 10mln di euro di mutui a tasso agevolato.

 

 

emptybox