BCC STORIES
Questa sezione del portale del Credito Cooperativo è dedicata alle storie delle nostre banche. Alle loro iniziative, ai loro progetti sul territorio. E alle loro nuove sfide.

Se anche tu vuoi raccontare la storia della tua banca inviacela a redazione@federcasse.bcc.it
 
SOCIAL
 
06/04/2016
Focus Bond territoriali

L’impegno delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali nei riguardi delle imprese continua a concretizzarsi con una serie di iniziative di finanziamento, d’intese siglate a livello territoriale, ed adesioni alle moratorie ABI, per sostenere le esigenze di maggiore liquidità e d’investimento. In questo ambito, come strumento “innovativo” per favorire la crescita delle aziende del nostro Paese, si collocano l’emissione da parte di molte BCC-CR di bond territoriali e minibond e, nello specifico, di social bond per supportare le iniziative di carattere sociale e le organizzazioni del Non profit.

Riportiamo alcune iniziative esemplificative censite nel Database delle Buone pratiche del Credito Cooperativo:

• Banca Cremonese (CR) nel 2009 insieme all’associazione industriali di Cremona ha avviato un’iniziativa “Progetto Insieme per il territorio”. Destinatarie le imprese manifatturiere locali. Il Progetto prevede sia l’emissione di bond territoriali e agevolazioni per apertura di conto corrente, sia mutui chirografari a tasso agevolato per le imprese del territorio che hanno esigenze di liquidità e intendono affrontare nuovi investimenti.

• BCC di Busto Garolfo e Buguggiate (MI) nel 2010 insieme all'Unione degli industriali della provincia di Varese ha promosso il prestito obbligazionario della durata di 24 mesi con un rendimento annuo fisso del 2,25% e un taglio minimo sottoscrivibile di 1000 euro. Destinatarie del finanziamento le imprese associate all'unione industriali. L'importo complessivo del plafond era pari a quanto raccolto tramite la sottoscrizione del prestito più la quota del 50% messa a disposizione dalla BCC.

 
• Banca di Credito Cooperativo di Cherasco (CN) nel 2011 con l’associazione di consulenza Adb ha lanciato Mini bond per aiutare una Pmi (Caar) a sostenere gli investimenti nel settore auto, aereospazio e ferroviario.


• BCC di Manzano (UD) nel 2014 ha emesso un social Bond che ha distribuito ad una serie di realtà locali (associazioni, parrocchie etc). In pratica, sottoscrivendo un prodotto bancario o assicurativo la BCC devolverà alle associazioni Nonprofit indicate dal cliente l’1% dell’importo investito nei casi di conti deposito e di polizze assicurative; fino al 5% di quanto investito con polizze ramo danni.


• BCC di Roma e Unindustria nel 2014 hanno promosso il progetto “Insieme per ripartire” che mirava a favorire l’accesso al credito delle aziende associate e dare la possibilità di sottoscrivere uno strumento di investimento sicuro e particolarmente conveniente: bond territoriali. La fase attuativa del progetto prevedeva l’emissione da parte della Banca di un prestito obbligazionario della durata di 3 anni, per un plafond complessivo di 10 milioni di euro. La seconda fase dell’iniziativa consisteva nell’erogazione - da parte di BCC di Roma - di mutui chirografari a tasso fisso di favore, che potranno essere richiesti dalle imprese per esigenze di nuovi investimenti materiali e/o immateriali, partecipazione a progetti di crescita, aggregazione e internazionalizzazione.

• BCC del Garda Colli Morenici del Garda (BS) nel 2015 ha emesso un social bond a favore delle case di riposo presenti nel territorio. Tale iniziativa, segue quella rivolta negli anni precedenti alle scuole dell’infanzia. Nello specifico, attraverso la sottoscrizione di obbligazioni con un taglio minimo di 10mila euro, di 33 mesi di durata con tasso agevolato, la bcc devolverà lo 0,50% del valore nominale collocato a favore di 5 case di riposo per un plafond di 5 mln di euro.


• La Federazione Veneta delle BCC insieme a Veneto Sviluppo hanno lanciato nel 2015 i “Veneto minibond”, un nuovo ed innovativo strumento finanziario per lo sviluppo e la crescita delle imprese regionali . Con un plafond complessivo di 30mln di euro si mira al finanziamento del capitale circolante delle aziende, orientato in primis al pagamento dei fornitori.

a cura di Norma Zito
nzito@federcasse.bcc.it

 


emptybox
 
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra