BCC STORIES
Questa sezione del portale del Credito Cooperativo è dedicata alle storie delle nostre banche. Alle loro iniziative, ai loro progetti sul territorio. E alle loro nuove sfide.

Se anche tu vuoi raccontare la storia della tua banca inviacela a redazione@federcasse.bcc.it
 
SOCIAL
 
24/06/2014
Continua a crescere l’attività di microcredito delle BCC-CR

Circa 3.400 micro-crediti per un importo complessivo di 37 milioni di euro. Destinati per il 39% a giovani, per 33% a persone in mobilità e cassa integrazione, per il 22% a migranti, 5% a famiglie in difficoltà e 1% a disabili. Soltanto per il 7% dei casi hanno un rischio maggiore rispetto alla media del portafoglio crediti delle banche. E nel 63% dei casi sono accompagnati da servizi non finanziari, quali consulenza sul debito, educazione finanziaria, servizi di supporto all’impresa e di formazione all’imprenditorialità. Questi i dati che emergono da una recente indagine condotta da Federcasse su un campione significativo di BCC.


A questi numeri, vanno aggiunti quelli derivanti dall’operatività con il FEI (Fondo europeo per gli investimenti), per un plafond di 17,125 milioni di euro, di cui 11,250 messi a disposizione dal Fondo europeo e il resto dalle BCC ad oggi attive (BCC Mediocrati, Emilbanca, Banca San Giorgio e Valle Agno Credito Cooperativo e BCC del Tuscolo, anche a favore della BCC di Frascati come sub-contractor). 


Numeri ed esperienze di attenzione concreta all’inclusione finanziaria sono stati presentati dal direttore generale di Federcasse, Sergio Gatti, nel corso del seminario “Il microcredito, l’Italia e l’Europa”, che si è svolto il 24 giugno a Roma, presso la sala Aldo Moro a Montecitorio. Promosso da Ritmi-Rete italiana di microfinanza, l’incontro ha affrontato i temi della normativa relativa al microcredito e al ruolo del microcredito a livello nazionale ed europeo, riservando uno spazio di testimonianza proprio al Credito Cooperativo, insieme a Banca Popolare Etica.


Tra le varie esperienze di microcredito delle BCC, una delle più consolidate è quella delle Banche di Credito Cooperativo della provincia di Vicenza in collaborazione con la Caritas Diocesana Vicentina e rivolto alle famiglie. Il progetto, avviato nel 2006, ha raggiunto risultati significativi: 1045 sono stati i prestiti erogati per un valore di oltre 2 milioni di euro. Le stesse provincie hanno poi sottoscritto una convenzione analoga con PerMicro per aiutare soggetti “non bancabili” per l’avvio e lo sviluppo di progetti d'impresa sostenibili e per il sostegno alle famiglie .


Significativo per numeri anche il progetto delle BCC della provincia di Pistoia. L’iniziativa, denominata “Mi fido di te”, avviata nel 2007 (con Arciconfraternita Misericordia di Pistoia, Fondazione Un Raggio di Luce, Caritas diocesana di Pistoia e Pescia), prevede un ammontare dei microcrediti sociali da 1 a 7 mila euro, quelli imprenditoriali da 1000 a 25 mila euro con una durata max di 5 anni con tasso dal 2 al 3%. E ha erogato 1.300 milioni a fine 2012.


300 mila euro sono stati erogati da Emilbanca (con l’associazione Fare Lavoro e la fondazione Giovanni Dalle Fabbriche e provincia di Bologna) nel 2012 per il microcredito ai giovani che intendeva favorire l’avvio al lavoro degli under 35 residenti a Bologna. L'iniziativa lega la concessione del credito con la creazione di nuove realtà imprenditoriali.

Tra le convenzioni più recenti quella della Federazione Abruzzo e Molise delle BCC in accordo con Fidi Alta Italia e riguardante Pmi e famiglie. Si tratta di microprestiti con garanzia fideiussoria rilasciata dal confidi Fidi Alta Italia pari all’80% dell’importo finanziato, elevabile al 90% con il concorso di eventuali altri Enti Pubblici o Organismi Finanziari agli stessi collegati.
emptybox
 
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra