27/11/2013 Comunicati stampa
Federcasse comunica ai sindacati la disdetta del contratto collettivo nazionale di lavoro
Federcasse (l’Associazione di rappresentanza delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane) ha comunicato oggi alle organizzazioni sindacali la disdetta del contratto collettivo nazionale di lavoro per i Quadri Direttivi ed il Personale delle aree professionali delle BCC e Casse Rurali (del 21 dicembre 2012) e del contratto collettivo nazionale di lavoro per i Dirigenti delle stesse aziende (del 22 maggio 2008).

La disdetta – informa una nota di Federcasse – produrrà effetto a decorrere dal 1 luglio 2014.

Tale decisione trae origine, essenzialmente, dalla necessità di tenere conto dei mutati scenari che vedono oggi le Banche chiamate a sopportare gli effetti negativi delle crisi e – spesso – a supportare i processi di finanziamento dell’economia. Fattori che impongono un ripensamento delle modalità di conduzione dell’organizzazione aziendale.

Federcasse, consapevole della delicatezza del momento, auspica che – sin dall’immediato – si possa aprire con le organizzazioni sindacali (con le quali di recente è stato firmato l’importante accordo di rinnovo del Fondo di Solidarietà del Credito Cooperativo) un confronto costruttivo per individuare termini e misure concrete di quel rinnovamento normativo che appare non più rinviabile.

Tutto questo, con l’obiettivo di tutelare e sviluppare ulteriormente l’esperienza della cooperazione italiana di credito a favore esclusivo dei territori e delle comunità locali, delle famiglie e delle piccole e medie imprese. Salvaguardando altresì il capitale sociale rappresentato dagli oltre 37 mila collaboratori del sistema.

Roma, 26 novembre 2013

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra