11/02/2013
Attentato al Direttore della BCC Padovana
Attentato al Direttore della BCC Padovana
Azzi: rischi elevatissimi da eccessiva semplificazione. Le banche non sono nemiche. Ma in prima linea contro la crisi.
 
                              
   “Il gravissimo attentato al Direttore della Banca di Credito Cooperativo “Padovana”,  Pierluigi Gambarotto, ad opera di un imprenditore locale, ci deve far riflettere sui rischi pesantissimi che un eccesso di semplificazione e la conseguente, anche involontaria, creazione di un ‘nemico’ possono produrre. Troppo spesso le banche, indistintamente,  sono presentate dai media come insensibili alle esigenze delle famiglie e delle imprese, dedite al mantenimento di rendite di posizione.  E’ una visione incompleta, miope e pericolosa. Miope perché non considera il lavoro che tante Banche, e le BCC in particolare, fanno spesso con evidenti sacrifici per sostenere l’economia reale. Pericolosa perché rischia di innescare derive populiste che non fanno il bene di nessuno, anzi inducono un ulteriore spreco di civiltà che il nostro Paese non può permettersi”.
 
   Queste le parole del Presidente di Federcasse, l’Associazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, Alessandro Azzi, in merito all’attentato di cui questa mattina è rimasto vittima, a Campodarsego, il Direttore Generale della BCC Padovana, Gambarotto.
 
    “Ci auguriamo che il Direttore possa superare questo momento terribile” aggiunge Azzi. “Voglio ricordare – ha detto ancora Azzi – che la BCC Padovana, proprio grazie al grande lavoro di Gambarotto, dopo un periodo difficile, chiuderà il bilancio 2012 con un ritorno all’utile e con dati in crescita sotto tutti i profili, a cominciare da un importante ampliamento della base sociale e un incremento della capacità di servizio alle comunità nelle quali la cooperativa bancaria opera. A testimonianza di una realtà fortemente radicata ed apprezzata da tutte le forze sane del territorio”.
 
   “Al direttore Gambarotto i più sinceri auguri di pronta guarigione da parte del Credito Cooperativo italiano", conclude Azzi. "Alla sua famiglia e anche al Consiglio di amministrazione, ai Sindaci, ai collaboratori e a tutti i soci della BCC Padovana  la vicinanza totale e la solidarietà di tutti noi”.
 
Roma, 11 febbraio 2013
 
 
 
  Ufficio Stampa e Rapporti Istituzionali
  Marco Reggio – cell. 338.31.03.933
  Tel. 06.720.72.665/671/678  email: mreggio@federcasse.bcc.it
  Twitter : @FedercasseBCC 
   Facebook Ufficio Stampa Federcasse – BCC Credito Cooperativo
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra