24/10/2011
Credito Cooperativo: Iccrea Banca S.p.A approva la semestrale 2011
L’Istituto Centrale del Credito Cooperativo conferma il ruolo di supporto alle BCC ed alla loro attività di sostegno a favore dell’economia locale.

Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca S.p.A. , l’Istituto Centrale del Credito Cooperativo, controllato da Iccrea Holding e presieduto da Francesco Carri, ha approvato il Bilancio Intermedio riferito al primo semestre 2011.

Sintesi principali dati

 Totale attivo  12,5 mld (+27,5%)
 Impieghi su banche  9,5 mld (+35%)
 Raccolta da banche 7,3 mld (+5,9%)
 Ricavi totali  111,7 mio (+10,1%)
 Risultato lordo di gestione  36,4 mio (+24,5%)
 Utile netto  20,7 mio (+7,2%)
 *(I valori al 30/6/2011 sono costruiti sulla base dei valori contenuti nella relazione sulla gestione al 30/6/2011. I valori sono raffrontati con i corrispondenti al giugno 2010). 


In un contesto di mercato reso più complesso dall’acuirsi della crisi del debito sovrano, la Banca ha  raggiunto risultati ampiamente positivi. In particolare, il risultato lordo di gestione  si è attestato a 36,4 milioni di euro, l’utile ante imposte è risultato di 33,5 milioni di euro, l’utile netto è di 20,7 milioni di euro.  Tali risultati operativi sono stati conseguiti dalla Banca grazie al rafforzamento della propria presenza ed operatività nel sistema dei pagamenti, ad una selettiva ricerca di opportunità nella negoziazione di strumenti finanziari e ad un efficace controllo dei costi operativi.
 
Al 30 giugno 2011 la solidità della Banca trova espressione anzitutto nel patrimonio netto pari, escluso l’utile d’esercizio, a 322,3 milioni di euro, nel Tier 1 pari al 9,3% e nel Total capital ratio pari al 10,7%. Sotto tale profilo, la Banca si è inoltre caratterizzata per aver sempre adottato, in tema di rischio, politiche ancorate a criteri prudenziali e accompagnate dalla costante attenzione al corretto dimensionamento dei mezzi propri.
 
Nel contempo Iccrea Banca, in piena sintonia e coerenza con le strategie attuate dal Gruppo bancario Iccrea, ha mantenuto elevata l’attenzione verso le esigenze espresse dal proprio mercato di riferimento, predisponendo soluzioni adeguate e puntuali per sostenere le BCC e la loro clientela. Tale orientamento si è esplicitato in numerose iniziative e progetti sul versante della raccolta, degli impieghi e dei servizi.
 
In prospettiva si tenderà ulteriormente a rafforzare i legami con le BCC, affiancandole come un vero partner non solo per fornire loro prodotti e servizi adeguati alla domanda , ma soprattutto per accompagnarle nelle loro strategie di approccio al mercato. Nel contesto delineato di seria difficoltà dei bilanci delle imprese e nelle disponibilità finanziarie delle famiglie, Iccrea Banca tenderà sempre più a rappresentare un punto di riferimento per il ruolo di ogni BCC come fulcro del territorio che cresce in modo sostenibile.
 
Proprio per perseguire tali obiettivi, nel corso del primo semestre la Banca ha avviato le analisi volte alla definizione e alla progettazione di un nuovo modello di servizio, così da rispondere in modo coerente alle mutate esigenze delle BCC e favorire il presidio competitivo della clientela insediata nei propri territori di riferimento. L’obiettivo strategico è di accentuare ulteriormente la centralità della relazione con le BCC, attraverso una più elevata attenzione alle loro esigenze, predisponendo un sistema di soluzioni complesse, in modo da rendere più efficace e fruibile la funzione di servizio della Banca.
 
In sostanza, l’Istituto modificherà il proprio modello di servizio da “fabbrica-prodotto” a partner attivo delle Banche di Credito Cooperativo.
 
Principali dati di stato patrimoniale

 DATI PATRIMONIALI (in milioni di euro)    
 AGGREGATI  Giu-11  Giu-10  Delta Delta % 
 ATTIVO    
 Impieghi Banche  9.489,8  7.028,6  2.461,2  35,0%
 Impieghi clientela  858,8  1.227,5  -368,7  -30,0%
 Attività finanziarie detenute per la negoziazione  356,0  636,8  -280,8  -44,1%
 Attività finanziarie valutate al fair value  348,9  26,0  322,9  1243,2%
 Attività finanziarie disponibili per la vendita  1.142,9  673,2  469,7  69,8%
 Attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione  0,0  0,0  0,0  0,0
 Totale attività fruttifere  12.196,4  9.592,0  2.604,4  27,2%
 Altre attività infruttifere  292,1  203,9  88,2  43,3%
 TOTALE ATTIVO  12.488,5  9.795,9  2.692,6  27,5%

Il complesso delle attività fruttifere è passato da 9.592,0 milioni di giugno 2010 a 12.196,4 milioni di giugno 2011 con un incremento di 2.461,2 milioni (+35,0 per cento).
I crediti verso banche sono passati da 7.028,6 milioni del giugno 2010 a 9.489,8 milioni del primo semestre 2011 (+35,0 per cento).
I crediti verso clientela ordinaria sono diminuiti (per effetto del conferimento del ramo d’azienda corporate a Banca Agrileasing): da1.227,5 milioni di giugno 2010 a 858,8 milioni di giugno 2011 (-30,0 per cento).
Il portafoglio delle attività finanziarie detenute per la negoziazione ha registrato una diminuzione: da 636,2 milioni di giugno 2010 a 356,0 di giugno 2011 (-44,1 per cento).
Il portafoglio delle attività finanziarie disponibili per la vendita è pervenuto a fine giugno 2011 a 1.142,9 milioni da 673,2 milioni di giugno 2010 (+69,8 per cento).
 

 DATI PATRIMONIALI (in milioni di euro)    
 AGGREGATI  Giu-11  Giu-10  Delta Delta % 
 PASSIVO    
 Debiti verso banche 7.336,9  6.927,9  409,0  5,9%
 Debiti verso clientela  2.195,2  1.232,0  963,2  78,18%
 Titoli e passività finanziarie  2.400,5  1.058,4  1.342,1  126,79%
 Passività associate ad attività in via di dismissione   0,0   0,0   0,0    0,0
 Attività finanziarie disponibili per la vendita  1.142,9  673,2  469,7  69,8%
 Attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione  0,0  0,0  0,0  0,0
 Totale passività onerose  11.932,5  9.218,4  2.714,1  29,44%
 Altre passività infruttifere  201,2  221,4  -20,2  -9,1%
 Patrimonio e fondi rischi  334,0  336,8  -2,8  -0,8%
 Utile d'esercizio  20,7  19,3  1,4  7,2%
 TOTALE PASSIVO  12.488,5  9.795,9  2.692,6  27,5%

La raccolta onerosa è stata complessivamente pari a 11.932,5 milioni, (+17,7 per cento) rispetto a giugno 2010 (9.218,4).
I depositi interbancari si sono attestati a 7.336,9 milioni a giugno 2011 a fronte di 6.927,9 milioni di giugno 2010 , con una crescita di 409,0 milioni (+5,9 per cento).
La provvista da clientela ordinaria è cresciuta di 963,2 milioni (2.195,2 milioni a giugno 2011 contro 1.232,0 milioni a giugno 2010 ).
E’ aumentata la provvista sotto forma di titoli e altre passività finanziarie: da 1.058,4 milioni di giugno 2010 a 2.400,5 milioni di giugno 2011 (+126.79%).

Principali dati di conto economico

 AGGREGATI DI CONTO ECONOMICO (in migliaia di euro)    
   giu 11  giu 10  Delta  Delta %
 Interessi attivi  100.215  60.177  40.038  66.5%
 Interessi passivi  -74.231  -35.958  38.273  106.4%
 Margine di interesse  25.985  24.219  1.766  7.3%
 Commissioni attive  158.017  145.495  12.522  8,6%
 Commissioni passive  -99.704  -87.520  12.184  13,9%
 Commissioni nette  58.313  57.975  338  0,6%
 Dividendi e proventi simili  4.621  1.379  3.242  235,1%
 Risultato netto dell’attività di negoziazione  9.190  3.176  6.014  189,4%
 Risultato netto dell’attività di copertura  363  19  344  1810.5%
 Utile (Perdita) da cessione  2.181  4.392  -2.211  -50.4%
 Risultato netto della attività e passività finanziarie valutate al fair value  4.521  4.976  -455  -9.1%
 Altri oneri/proventi di gestione  6.493  5.296  1.197  22,6%
 Ricavi totali  111.667  101.430  10.237  10.1%
 Spese Amministrative  -73.329  -70.089  -3.240  4,6%
 Rettifiche di valore nette su attività materiali  -1.199  -1.273  74  -5,8%
 Rettifiche di valore nette su attività immateriali  -782  -854  72  -8,5%
 Oneri operativi  -75.309  -72.217  -3.092  4,3%
 Risultato lordo di gestione  36.357  29.214  7.143  24,5%
 Accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri  -3.544  -27  -3.517  13027,5%
 Riprese/Rettifiche di valore nette per deterioramento  698  -135  833  -616,9%
 Totale accantonamenti e rettifiche  -2.847  -162  -2.685  1657,1%
 Risultato operativo netto  33.511  29.051  4.460  15,4%
 Utile prima delle imposte  33.511  29.051  4.460  15,4%
 Imposte sul reddito dell’esercizio dell’operatività corrente  -12.815  -9.748  -3.067  31,5%
 Utile delle attività non correnti in via di dismissione al netto delle imposte  0  1.181  -1.181  
 Utile d’esercizio  20.696  19.303  1.393  7,2%

Il Margine di interesse
Il margine di interesse al 30 giugno 2011 è risultato pari a 26 milioni, con un incremento del 7,3 per cento rispetto al 30 giugno 2010 (24,2 milioni). In rapporto al totale dei ricavi, la sua incidenza è diminuita dal 23,9 per cento di giugno 2010 al 23,3 per cento del 30 giugno 2011.

Le commissioni nette
Le commissioni nette da servizi si sono attestate, al 30 giugno 2011, a 58,3 milioni, (con un incremento dello 0,6 per cento rispetto ai 58 milioni di giugno 2010). Lo sviluppo delle commissioni è stato sostenuto principalmente dai servizi di pagamento.

Profitti e perdite da operazioni finanziarie
Nel primo semestre del 2011 i profitti da operazioni finanziarie si sono attestati a 16,3 milioni, con un incremento di 3,7 milioni (+29,4 per cento), rispetto a 12,6 milioni di giugno 2010.

I ricavi totali
La Banca ha conseguito, a giugno 2011, ricavi totali per 111,7 milioni (con un incremento del 10,1 per cento rispetto ai risultati conseguiti nel giugno 2010), dovuto essenzialmente al margine netto di negoziazione e a quello da interesse.

Gli oneri operativi
Gli oneri operativi sostenuti nel primo semestre del 2011 sono aumentati del 4,3 per cento. Nel complesso, essi si sono attestati a 75,3 milioni (72,2 milioni a giugno 2010) e comprendono le spese per il personale, i costi amministrativi, le imposte e tasse indirette e le rettifiche di valore nette su attività materiali e immateriali.

Le spese per il personale
Nel primo semestre del 2011 il costo del personale si è attestato a 31,2 milioni a fronte di 29,3 milioni del primo semestre 2010, registrando un incremento del +6,5 per cento. L’incremento è attribuibile a iniziative di esodazione del personale e ad oneri contrattuali.

Il Risultato lordo di gestione
Per effetto degli andamenti descritti, il risultato lordo della gestione ordinaria si è attestato a 36,4 milioni, con un incremento di 7,1 milioni rispetto a giugno 2010 (29,2 milioni).

L'utile d’esercizio
L’utile d’esercizio, derivante dall’utile ordinario delle attività correnti e non correnti e nettato della variazione delle imposte dirette di competenza, è stato pari a 20,7 milioni a fronte di 19,3 milioni del primo semestre del 2010, con una variazione positiva di 1,4 milioni (+7,2 per cento).

Roma, 19 ottobre 2011

Con preghiera di cortese pubblicazione.

Iccrea Banca SpA è dal 1963 l’Istituto Centrale del Credito Cooperativo, nata con lo scopo di rendere più completa, intensa ed efficace l’attività delle BCC, le rappresenta in tutti gli ambiti tecnici istituzionali, svolgendo funzioni di Centro Applicativo (ACH) e di tramite operativo/contabile di intermediazione finanziaria e creditizia.
Iccrea Banca è controllata da Iccrea Holding S.p.A., Capogruppo del Gruppo bancario Iccrea e membro del Gruppo UNICO, l’associazione con sede a Bruxelles che riunisce le principali banche cooperative europee.

Al 31.12.2010 operavano in Italia 415 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, con 4.375 sportelli. Hanno una presenza diretta in 2.683 Comuni e 101 Province. In 550 Comuni rappresentano l’unica realtà bancaria. Alla stessa data la raccolta diretta di sistema era di 151 miliardi di euro (+1,7% annuo) mentre gli impieghi ammontavano a 135,3 miliardi di euro (+5,8% annuo). Il patrimonio è di 19,2 miliardi di euro (+3,6%).

Info:
Federcasse
. Ufficio Stampa e Rapporti Istituzionali - Marco Reggio – Tel. 06.7207.2665/671/678 cell. 338.31.03.933
email: ufficiostampa@federcasse.bcc.it
Iccrea Banca SpA. Funzione Pianificazione e Controllo – Angelo Cipolloni - Tel. 06.7207.5813 cell. 335.72.95.695 - email: acipolloni@iccrea.bcc.it.it
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra