14/04/2009
Il Credito Cooperativo per l'Abruzzo, aggiornamento iniziative ad una settimana dal sisma
Ad una settimana dal sisma che ha colpito l’Abruzzo, si ritiene utile fornire alcuni aggiornamenti in ordine alle iniziative avviate dal sistema del Credito Cooperativo italiano.

In Abruzzo operano 10 Banche di Credito Cooperativo con un totale di 77 sportelli. Tra questi rientrano quelli della Banca di Credito Cooperativo di Roma, presente in Regione con 17 sportelli e con sei sportelli nelle zone dell’aquilano più colpite dal sisma (vedi cartina a parte).
Nell’insieme il Credito Cooperativo regionale conta circa 20 mila soci.

Da subito il Credito Cooperativo si è attivato per gestire la prima fase dell’emergenza. In particolare, la Bcc di Roma ha inviato nelle zone colpite un camper – unità mobile per assicurare le operazioni di prima necessità (versamenti, prelevamenti, bonifici e rilascio carnet assegni); inoltre ha messo a disposizione un plafond di 30 milioni per finanziamenti a imprese e attività professionali finalizzati ad affrontare l’emergenza, sino a 15 mila euro a tasso zero e rimborso in tre anni a partire dal secondo anno; infine ha riattivato prontamente alcuni sportelli Bancomat nelle zone di Paganica, Cagnano, Sassa Scalo. Nei giorni scorsi la BCC di Roma ha anche comunicato l’attivazione di “finanziamenti di sussistenza” per i soci della zona che hanno i flussi di reddito interrotti a causa del terremoto, per un importo di 4.000 euro, erogato in 4 rate mensili da 1.000 euro, a tasso zero per un intero anno.

Anche le singole Bcc abruzzesi e molisane hanno attivato localmente modalità di raccolta fondi e misure per venire incontro alle esigenze più immediate di famiglie e piccole imprese. E’ stata attivata una rete in grado di assicurare la piena operatività bancaria ai clienti delle filiali operanti nell’aquilano attraverso gli sportelli di tutte le Bcc abruzzesi e molisane. I dipendenti delle Bcc abruzzesi e molisane devolveranno, inoltre, l’equivalente di una giornata di lavoro a favore delle popolazioni colpite.

Su iniziativa di Federcasse (l’associazione delle 440 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane), nei giorni immediatamente successivi al sisma è stato attivato un conto corrente nazionale sul quale stanno confluendo le somme raccolte tra amministratori, soci, dipendenti e clienti. Alla possibilità di effettuare bonifici sul conto corrente aperto presso Iccrea Banca Spa (conto IT 28 Q 08000 03200 000800032000 - Intestato a Federcasse - Causale "Il Credito Cooperativo per l’Abruzzo") nei giorni scorsi si è aggiunta la possibilità di effettuare versamenti anche tramite Carta di Credito (numero verde 800-160850 o attraverso il sito www.creditocooperativo.it).

Infine, tutti i 32 mila collaboratori del Credito Cooperativo italiano sono stati invitati a devolvere il corrispondente di un’ora di lavoro a favore delle popolazioni colpite e le aziende a devolvere una cifra di pari importo.

Con preghiera di cortese pubblicazione.

Roma, 14 aprile 2009

Federcasse. Ufficio Stampa e Rapporti Istituzionali
Marco Reggio – cell. 338.31.03.933
Via Lucrezia Romana 41 – 47 - 00178 Roma
Tel. 06.72.0.7.2.665/671/678 - fax 06.72.07.2.865 email: ufficiostampa@federcasse.bcc.it
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra