03/06/2008
Credito Cooperativo arrivano sul mercato i derivati Banca Agrileasing
Arrivano sul mercato italiano i “derivati di copertura” di Banca Agrileasing. La banca per lo sviluppo delle imprese clienti del Credito Cooperativo, mette a disposizione della clientela delle Banche di Credito Cooperativo (BCC) cinque differenti opportunità per garantire alle imprese la copertura dal rischio di variazione dei tassi di interesse per tutta la durata di un contratto di leasing o di un finanziamento a medio lungo/termine.
L’offerta prevede quindi strumenti finalizzati esclusivamente alla copertura connessa a specifiche esposizioni finanziarie. Si tratta, cioè, di una sorta di assicurazione contro quegli eventi che potrebbero verificarsi sui mercati e che potrebbero modificare negativamente la convenienza e la sostenibilità economica dell’iniziativa così come valutata dall’imprenditore in fase decisionale.
Sono cinque, in particolare, le proposte già disponibili presso gli sportelli delle BCC: “Certezza”, “Stabilità”, “Versatilità”, “Versatilità Plus” e “Certezza Plus”.
In relazione agli obiettivi che si pone l’azienda e alle aspettative che l’imprenditore ha maturato circa l’evolversi futuro dei tassi, i derivati di copertura di Banca Agrileasing consentono – a seconda dei casi - di:
• fissare preventivamente il costo per interessi,
• determinare un livello di protezione in caso di rialzo di tassi e contemporaneamente mantenere il beneficio di un minor costo in presenza di un andamento dei tassi al ribasso,
• determinare un fascia di oscillazione massima del costo del debito.
È prevista anche la possibilità per l’impresa di fissare – per tutta la durata dell’operazione sottostante - il costo per interessi ferma restando la sua facoltà – decorso un certo lasso di tempo – di scegliere nuovamente il ritorno ad un tasso variabile.
L’attenzione alla clientela viene inoltre assicurata da un team di specialisti che operano in stretto coordinamento, sia con la struttura stessa di Banca Agrileasing che con il personale delle BCC.

Sono 442 le Banche di Credito Cooperativo e le Casse Rurali italiane con una rete di 3.863 sportelli (il 12% del totale degli sportelli bancari italiani). Con 118,5 miliardi di euro di raccolta diretta, con 101 miliardi di euro di impieghi economici ed un patrimonio di 15,7 miliardi, il Credito Cooperativo è la prima realtà bancaria italiana per solidità. Gli impieghi erogati dalle BCC italiane rappresentano il 20,3% del totale dei crediti alle imprese artigiane, il 15,2% del totale dei crediti alle famiglie produttrici, l'8,5% alle famiglie consumatrici, il 10,5% del totale dei crediti a imprese e associazioni del Terzo Settore.
Iccrea Holding - il cui capitale è interamente posseduto dalle Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali e dalle loro Federazioni Locali - è la capogruppo del Gruppo Bancario Iccrea e controlla le società di prodotti e servizi, tra le quali, oltre a Banca Agrileasing, Iccrea Banca, Aureo Gestioni, BCC Vita, BCC Private Equity. La Holding ha rating “A” da Standard & Poor’s e da Fitch Ratings, con outlook stabile.
Banca Agrileasing, è la banca per lo sviluppo delle imprese clienti delle BCC-CR italiane. L’offerta alla clientela corporate delle BCC spazia dal leasing, dove si posiziona al quinto posto della graduatoria delle aziende di locazione finanziaria per volumi, alla finanza straordinaria, al credito ordinario alle imprese, fino a coprire i servizi di factoring e il noleggio di beni strumentali. E’ presente sul territorio italiano con 15 filiali e attiva sull’internazionalizzazione attraverso l’ufficio di Tunisi. Recentemente si è vista confermare il rating “A” da Standard & Poor’s e da Fitch Ratings con outlook stabile, oltre ad aver ricevuto anche il rating “A3” da Moody’s.

Roma, 3 giugno 2008
Ufficio Stampa Federcasse: Marco Reggio (338.31.03.933)
Ufficio Stampa Banca Agrileasing. Laura Roselli (348.77.80.299)
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra