15/07/2004
Credito Cooperativo: successo della nuova cartolarizzazione in pool di Iccrea Banca di 1.159 milioni di euro. Richieste oltre due volte superiori ai titoli offerti
Iccrea Banca Spa, l´Istituto centrale delle Banche di Credito Cooperativo italiane (BCC), facente parte del Gruppo Bancario Iccrea ha prezzato oggi l´operazione di cartolarizzazione in pool per 1.159 milioni di euro, alla quale hanno partecipato 79 Banche di Credito Cooperativo. Bank of America, Calyon e SG Corporate & Investment Banking sono le tre banche internazionali che hanno gestito la distribuzione dell´operazione in qualità di Joint Bookrunner.

I titoli di debito emessi dalle BCC (80 bond domestici di durata pari a 6 anni, con uno spread di 42 basis point sull´Euribor tre mesi) e sottoscritti inizialmente da Iccrea Banca, sono stati ceduti il 5 luglio alla società veicolo – Credico Funding 2 S.r.l.– costituita ai sensi della Legge n.130 del 30 aprile 1999 “sulla cartolarizzazione dei crediti”. La transazione si perfezionerà il giorno 26 luglio con l´emissione di notes di tipo “soft bullet”, per un totale complessivo pari a 1.159,5 milioni di euro, distinte in 5 classi e scadenza prevista per maggio 2010.

La Classe A, che a breve sarà quotata alla Borsa di Lussemburgo, è dotata di rating provvisorio “AAA/Aaa” da parte di Moody´s ed S&P´s, vita media pari a 5.94 anni ed e´ stata prezzata ad un margine di 20 bps sopra l´Euribor 3 mesi. Le altre Classi Mezzanine invece sono state collocate privatamente presso investitori istituzionali diversi.

Per la Classe A, la domanda e´ stata particolarmente elevata, con un livello di richiesta pari ad oltre due volte i titoli disponibili.

La positiva valutazione di rating tripla A formulata dalle agenzie sull´87% del valore complessivo dei crediti cartolarizzati è anche attribuibile all´introduzione, per la prima volta da parte di Iccrea Banca, del sistema di excess spread cash trapping, cosa non avvenuta nella precedente operazione Credico Funding 1 del marzo 2001.

“C´e´ stata una forte richiesta di carta da parte di alcuni importanti investitori tedeschi – dicono i collocatori – ma anche investitori di Spagna, Gran Bretagna, Francia, Olanda e Italia hanno giocato un ruolo rilevante, migliorando notevolmente lo spread complessivo e la distribuzione rispetto alla prima operazione Credico Funding 1. In aggiunta, il risk weighting del 20% della Classe A e la buona tendenza delle operazioni delle BCC sul mercato dei capitali, ha permesso di rendere maggiormente attraente l´operazione, soprattutto per le banche”.

“Questa operazione testimonia nuovamente il forte interesse del movimento del Credito Cooperativo ad essere presenti sul mercato internazionale dei capitali, potendo offrire al mercato locale e quindi all´economia reale, tipico delle BCC, prodotti innovativi e competitivi” hanno dichiarato da Iccrea Banca.

Roma, 15 luglio 2004

Info:
Servizio Finanza Innovativa Iccrea Banca
Francesco Polimeni 06-47165735 fpolimeni@iccrea.bcc.it
Fabiana Lucarelli 06-47162874 flucarelli@iccrea.bcc.it
Ufficio Stampa Federcasse: Marco Reggio – Claudia Gonnella
Tel. 06.482.95.476 – fax. 06.482.95.481 Email: ufficiostampa@federcasse.bcc.it
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra