17/11/2003
BNL e BCC avviano una partnership industriale in Artigiancassa
L´accordo quadro è stato definito oggi a Roma da BNL e Iccrea Holding
Roma, 17 novembre 2003. Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. ed ICCREA Holding S.p.A., la capogruppo del Gruppo Bancario Iccrea posseduta dalle Banche di Credito Cooperativo e dalle Casse Rurali e Artigiane, hanno definito un accordo quadro per l´ingresso di ICCREA Holding nel capitale Artigiancassa, partecipata da BNL per il 73,856% e per il 26,143% da AGART Spa (rappresentativa di Confartigianato, Confederazione Nazionale dell´Artigianato, Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani e Fedart – Federazione Nazionale Unitaria delle Cooperative e dei Consorzi Artigiani di garanzia).

Anche dopo l´ingresso del nuovo socio, BNL manterrà la maggioranza del capitale sociale di Artigiancassa.

Tale partnership sarà definitivamente realizzata a conclusione di un processo di approfondimento e deliberazione che richiederà anche le necessarie autorizzazioni delle competenti autorità di Vigilanza, nonché la condivisione ed il coinvolgimento nel progetto di rilancio da parte delle associazioni di categoria rappresentate nell´AGART Spa.

Il progetto industriale avrà lo scopo di rilanciare il ruolo di Artigiancassa quale banca specialistica di riferimento per il mondo artigiano, anche attraverso il supporto offerto dalla rete distributiva delle Banche di Credito Cooperativo e delle Casse Rurali ed Artigiane (BCC/CRA), costituita da oltre 3.300 sportelli diffusi su tutto il territorio nazionale. La partnership, tra l´altro, permetterà una migliore focalizzazione dell´offerta commerciale di Artigiancassa su servizi di erogazione di fondi agevolativi pubblici e attività di credito a medio lungo termine in favore delle imprese artigiane.

Il mercato degli impieghi a favore delle imprese artigiane ammontava, a fine 2001, a circa 47,5 miliardi di euro, di cui il 45% a medio-lungo termine e rappresentava il 4,9% del credito bancario all´intero sistema delle imprese. Il peso economico dell´artigianato, nello stesso anno, realizzava a livello nazionale, quasi il 14% del PIL, il 21% dell´occupazione nelle imprese ed il 18% dell´export.

<<L´accordo siglato oggi – ha detto Luigi Abete, presidente di BNL - permetterà di valorizzare al meglio le potenzialità di Artigiancassa quale banca dedicata agli artigiani e ai piccoli operatori economici e di affiancarli nelle loro esigenze finanziarie attraverso una significativa rete di sportelli ben radicata sul territorio>>.

<<L´intesa con BNL – ha detto il presidente di Federcasse e Iccrea Holding Alessandro Azzi – rappresenta un risultato di grande importanza per il Credito Cooperativo. Attraverso la rete capillare degli sportelli delle Banche di Credito Cooperativo, le imprese artigiane saranno ancor più facilitate nell´accesso al credito non solo in termini quantitativi, ma soprattutto qualitativi. Ai tradizionali prodotti di Artigiancassa, difatti, si aggiunge il know how delle BCC in termini di conoscenza del territorio e di relazione con la clientela. Anche in questo senso, la collaborazione con le associazioni artigiane è indispensabile>>.

BNL, con questo accordo, punta ad unire nell´azionariato di Artigiancassa le principali entità a supporto dello sviluppo del sistema artigiano rappresentate da associazioni di categoria, confidi e BCC/CRA.
Le BCC, da parte loro, intendono arricchire, grazie all´offerta specialistica di Artigiancassa, la propria gamma di prodotti e servizi, rispondendo così - in maniera sempre più efficace e mirata - alle esigenze manifestate dalle imprese artigiane, importante segmento della loro clientela (i crediti erogati dalle BCC italiane rappresentano difatti il 19% di quelli che l´intero sistema bancario eroga alle piccole imprese artigiane).

Advisor finanziario dell´operazione per BNL è Mediobanca.


BNL, quotata alla Borsa di Milano (Mib 30), si colloca tra i maggiori gruppi bancari italiani e tra le prime 100 banche del mondo. Il Gruppo BNL è in grado di offrire un´ampia gamma di servizi bancari, finanziari e assicurativi, da quelli più tradizionali a quelli più innovativi, per soddisfare le esigenze dei propri clienti (retail, corporate e pubblica amministrazione).
In Italia la Banca conta circa 700 sportelli, presenti su tutto il territorio nazionale a cui si aggiungono le postazioni self–service (circa 1.300 Atm e 30.000 Pos), il phone banking (Telebanca) e l´e-banking (BNL e-Family BNL, per il mercato retail; BusinessWay, per la clientela small business; Ediway, per il corporate).


In Italia operano 460 Banche di Credito Cooperativo (BCC) e Casse Rurali, presenti in oltre 2.200 Comuni con poco meno di 3.300 sportelli. I soci sono 635 mila, i clienti oltre 4 milioni.
Gli ultimi dati a disposizione (giugno 2003) presentano una raccolta diretta complessiva di 80,3 miliardi di euro, con una crescita del 13,9% sull´anno precedente (a fronte di un + 5,4% per il resto del sistema bancario). Gli impieghi hanno superato i 61,7 miliardi di euro, con una crescita del 18,9% sull´anno precedente (a fronte di un +5,7% per il resto del sistema).
La vicinanza all´economia reale, in particolare alle Pmi, è confermata dalle cifre: i crediti erogati dalle BCC italiane rappresentano difatti il 19% di quelli che l´intero sistema bancario eroga alle piccole imprese artigiane; l´8% circa dei crediti alle famiglie.











Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra