17/02/2017 Comunicati stampa
Soddisfazione di Confcooperative e Federcasse per l'approvazione della norma che consente anche alle Banche di Credito Cooperativo ed alle Casse Rurali il pieno utilizzo delle attività per imposte anticipate (DTA)

Confcooperative e Federcasse (l’Associazione Nazionale delle Banche di Credito
Cooperativo e Casse Rurali) esprimono vivo apprezzamento per l’approvazione definitiva
anche da parte della Camera – avvenuta questa mattina – della Legge di conversione del
Decreto Legge sulla tutela del risparmio nel settore creditizio che contiene, come più volte
richiesto dal Credito Cooperativo italiano, la possibilità anche per le BCC di utilizzare
pienamente - al pari delle altre banche - la normativa sulle DTA (Deferred Tax Asset).
Nel ringraziare Governo e Parlamento per il risultato raggiunto, Confcooperative e
Federcasse ricordano come la modifica richiesta alla normativa sulle “DTA” fosse
necessaria per assicurare pari dignità di trattamento delle BCC rispetto alle altre banche
italiane, scongiurando gli effetti, non voluti, per effetto delle norme prudenziali, che si
sarebbero altrimenti determinati sui loro mezzi patrimoniali.
Tali effetti avrebbero determinato una riduzione del patrimonio delle BCC di centinaia
di milioni di euro, incidendo sfavorevolmente sulla capacità delle stesse di supportare le
economie dei territori in cui operano.

Roma, 16 febbraio 2017