01/09/2016 Comunicati stampa
Credito Cooperativo: non hanno senso gli attacchi personali in una difficile fase di rinnovo contrattuale

“L'ennesimo attacco personale al Responsabile delle Relazioni Sindacali di Federcasse,
Marco Vernieri, è inqualificabile e lo respingiamo con forza”. Così il Presidente di Federcasse,
Alessandro Azzi, a proposito delle dichiarazioni rilasciate a “Il Sole 24 Ore” di oggi dal
Segretario Generale della Fabi, Lando Sileoni in merito alla conduzione del confronto tra il
Credito Cooperativo italiano e le Organizzazioni Sindacali sul rinnovo del contratto nazionale
di categoria.

"Il dottor Vernieri - sottolinea il Presidente Azzi - rappresenta e attua sotto un profilo
tecnico le strategie della Federazione Nazionale e quindi della parte datoriale del Credito
Cooperativo in materia di relazioni industriali. La linea che sta portando avanti è quella
deliberata dal Consiglio Nazionale di Federcasse”.

Il Credito Cooperativo è impegnato in un non facile confronto sul rinnovo contrattuale
che deve tenere conto del contesto in cui operano oggi le banche italiane ed europee,
specificamente, delle prospettive aperte dal processo di riforma di sistema, con l’obiettivo di
costituzione di un Gruppo Bancario Cooperativo, soggetto giuridico innovativo. La
sostenibilità del contratto, sia economica che sociale, e la conseguente esigenza di rafforzare
gli strumenti di tutela dei lavoratori rappresentano il vero obiettivo che le parti devono
raggiungere.

Federcasse respinge pertanto con forza qualsiasi tentativo di introdurre elementi che
nulla hanno a che vedere con il merito del confronto, sul quale - invece - vanno concentrati
gli sforzi comuni per arrivare presto ad una soluzione responsabile e condivisa.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra