25/02/2016 Comunicati stampa
Eco Day 2016. M'illumino di meno. Le iniziative del Credito Cooperativo per il risparmio energetico "In bici in BCC"

Per l’ottavo anno consecutivo le BCC italiane aderiscono all’evento
promosso dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio2

Il Credito Cooperativo italiano (BCC) aderisce per l’ottavo anno consecutivo alla
iniziativa promossa dalla trasmissione Caterpillar di Radio2 Rai “M’illumino di meno” che
invita a spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili nella giornata di domani,
venerdì 19 febbraio e, più in generale, ad adottare comportamenti virtuosi sul piano del
risparmio energetico.

Molteplici le forme di coinvolgimento che verranno adottate da parte delle singole
Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali su tutto il territorio. Come negli anni scorsi,
infatti, le singole BCC sono invitate a spegnere luci, apparecchiature non indispensabili,
insegne luminose di sedi e filiali. Saranno inoltre distribuiti alla clientela “decaloghi
ambientali” e brochure sull’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili, inserite in
comunicazioni ad hoc sulle pagine web, organizzati eventi a “chilometro zero”, regalati
gadget come lampadine a basso consumo, ecc.

L’edizione di quest’anno è dedicata in particolare al tema della mobilità sostenibile,
con la grande operazione “Bike the Nobel” con cui la trasmissione Caterpillar propone di
candidare la bicicletta al Premio Nobel per la Pace
(http://caterpillar.blog.rai.it/bikethenobel).
Quest’anno, quindi, oltre alle attività consuete, si aggiunge per le BCC l’invito a
promuovere l’uso della bicicletta e di tutti i mezzi a basso impatto energetico come
simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente. Pedalate cittadine, incentivi a usare i mezzi
pubblici, pedibus scolastici, rinunciare un giorno all’automobile, organizzare dei cicloraduni
utilizzando le sedi BCC come luogo di partenza e/o arrivo, sono solo alcune iniziative che
verranno realizzate sul territorio. A questo proposito è stato realizzato un apposito
logo/vetrofania che le BCC potranno utilizzare, con il tema “In Bici in BCC”.

Qui di seguito solo alcune delle iniziative promosse:
La BCC del Vicentino di Pojana Maggiore (Vicenza) sensibilizzerà gli studenti delle
scuole medie ed i loro insegnanti ad adottare pratiche virtuose ed a prenderne nota nel
“LibriCCino”, fac-simile di libretto di risparmio predisposto per l’iniziativa: ad ogni
comportamento è abbinato un punteggio. Alla fine dell’anno scolastico il “saldo” che ne
risulterà sarà premiato.

La BCC di Filottrano (Ancona), in collaborazione con l’Associazione Giovani Soci della
BCC, ha organizzato una “staffetta a pedali” su particolari biciclette che produrranno
energia per illuminare le “logge” della centrale Piazza Mazzini (il tutto accompagnato da
musica “live”).

La BCC della Maremma (Grosseto) incontrerà gli studenti delle scuole del territorio
per parlare di risparmio energetico e dell'uso della bicicletta in un contesto di mobilità
sostenibile, in collaborazione con Legambiente Toscana.

Emilbanca (Bologna) donerà una carta prepagata “Tasca BCC” a coloro che si
recheranno in banca in bicicletta, mentre ha organizzato, per la serata di domani, una visita
esclusiva in notturna nella Basilica di San Petronio.

Presso la sede centrale del Credito Cooperativo a Roma, Federcasse e Gruppo
Bancario Iccrea organizzeranno, nella pausa pranzo, una “pedalata” nel vicino, splendido,
Parco degli Acquedotti.

Da ricordare, infine, la Convenzione tra il Credito Cooperativo e Legambiente,
operativa dal 2007, per la diffusione - attraverso prestiti a tasso agevolato erogati dalle BCC
e dietro istruttoria tecnica della stessa Legambiente - di fonti di energia rinnovabile ed
alternativa. Dall’inizio della Convenzione ad oggi sono stati finanziati circa 6 mila impianti
per le energie rinnovabili per un totale di 266 milioni di euro di investimenti.

Più in generale, il sistema del Credito Cooperativo può contare sul supporto tecnico
assicurato dal consorzio BCC Energia, che ha reso possibile l’acquisto di gruppo di energia
pulita, consentendo ad ogni BCC di risparmiare sulla propria bolletta. Solo nel 2015 ciò ha
consentito di evitare emissioni in atmosfera di 30.508 tonnellate di CO2. Un risparmio che
equivale alla capacità di assorbimento di circa 1,2 milioni di piante di arancio.

Roma, 18 febbraio 2016

Per scaricare il PDF clicca qui

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra