16/02/2016 Comunicati stampa
Decreto legge di riforma del Credito Cooperativo. Constatazione accoglimento alcuni elementi dell'impianto. Forti perplessità su alcuni aspetti tecnici e su way out. Indispensabili modifiche in Parlamento

Il Decreto legge sulla riforma delle Banche di Credito Cooperativo italiane, approvato
dal Consiglio dei Ministri il 10 febbraio scorso, è stato reso noto oggi, con la firma del
Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Federcasse constata l’accoglimento di alcuni elementi caratterizzanti l’impianto della
proposta messa a punto dopo un ampio dibattito interno al Credito Cooperativo e un
confronto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Banca d’Italia.

Allo stesso tempo, Federcasse esprime forti perplessità anche di natura tecnica su
alcuni profili del provvedimento, oltre a ribadire la non condivisione della modalità con cui
verrebbe resa possibile la cosiddetta way-out e del mancato recepimento di quanto previsto
nella proposta di autoriforma sulle specificità di alcuni territori a statuto speciale, in
particolare per il sistema delle Casse Raiffeisen altoatesine.

Federcasse ritiene pertanto che importanti modifiche siano indispensabili per dare
compiutezza all’ambizioso disegno riformatore e che potranno essere discusse e approvate
dal Parlamento nel corso dell’iter di conversione del decreto.

Roma, 15 febbraio 2016

Per scaricare il PDF clicca qui

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra