30/07/2015 Comunicati stampa
Riforma del Credito Cooperativo. Il Comitato Esecutivo di Federcasse conferma gli obiettivi fissati dal Consiglio Nazionale

Si prosegua in tutte le iniziative finora avviate per giungere con speditezza al provvedimento riformatore.

Il Comitato Esecutivo di Federcasse (l’Associazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali), riunitosi oggi a Roma, ha trattato - tra gli altri temi - anche quello del processo di riforma del Credito Cooperativo italiano, confermando il pieno mandato alla Presidenza di proseguire in tutte le iniziative fino ad oggi avviate nelle relazioni con le Autorità e di assumerne anche di nuove - se ritenute utili e opportune - “per conseguire gli obiettivi unanimemente condivisi dal Consiglio Nazionale”.

Il Comitato Esecutivo di Federcasse ha anche preso atto dell’unilaterale iniziativa assunta ieri da Cassa Centrale Banca - Credito Cooperativo del Nord Est, nell’ambito della quale sono state presentate le linee del proprio progetto di Gruppo bancario cooperativo (oggetto anche di una specifica nota di commento diffusa sempre ieri da Federcasse).
Il Comitato Esecutivo di Federcasse ha ritenuto tale iniziativa prematura rispetto all’attuale fase di elaborazione della riforma, in contrasto con l’impegno unitario assunto all’unanimità, incompleta dal momento che non offre soluzioni sistemiche – valide per tutte le BCC – ma solo parziali e per una parte di esse.

Il Comitato Esecutivo ha infine ribadito come la missione di Federcasse, in modo particolare in questa fase riformatrice, sia proprio quella di contribuire a costruire - nel solo assetto possibile e sostenibile, vale a dire quello dell’unità pur con le indispensabili razionalizzazioni - le migliori condizioni di contesto regolamentare per lo sviluppo delle attività delle BCC e di tutto il Credito Cooperativo italiano, affinché possano esprimere tutta la propria biodiversità e la propria inimitabile natura mutualistica.

“Consegnati e discussi con le Autorità i contenuti della riforma del Testo Unico – ha dichiarato il presidente Alessandro Azzi – il nostro auspicio è quello di poter vedere quanto prima completato l’iter riformatore con l’emanazione del relativo provvedimento”.

Roma, 30 luglio 2015

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra