12/05/2014 Comunicati stampa
Lavoro dei giovani creato dai giovani. Le BCC e il programma “Buona Impresa!”. I risultati.
64 milioni di euro erogati sotto forma di finanziamento, 2.530 imprese giovanili di cui 1.020 start-up. Sono questi i numeri fatti registrare dal progetto Buona Impresa! nel corso del 2013. L’iniziativa ha per obiettivo aiutare le buone idee dei giovani (fino a 35 anni di età) a trasformarsi in sostenibili progetti d’impresa e di autoimpiego.

Buona Impresa! (www.buonaimpresa.it e relativa pagina Facebook) si avvale della omonima App, gratuita e di intuitivo funzionamento, che guida i giovani nella prima valutazione della propria idea imprenditoriale. Lanciata nel luglio scorso per i sistemi Apple, da oggi la App è disponibile anche per Android: www.buonaimpresa.it/app.

I dati inseriti attraverso lo smartphone possono poi essere recuperati e arricchiti on line, dove si viene guidati nella stesura di un vero e proprio business plan con previsioni a tre anni: www.buonaimpresa.it/businessplan.

Buona Impresa! è diffusa attraverso la rete di più di 2 mila sportelli delle Banche di Credito Cooperativo (BCC) aderenti al Progetto e in collaborazione con Iccrea BancaImpresa, la banca corporate del Gruppo Bancario Iccrea, e va oltre l’accesso al credito, offrendo numerose opportunità di affiancamento e sostegno ai giovani imprenditori, che vanno dalla consulenza per la redazione del business plan al coaching e tutoraggio nell’avvio dell’impresa; dai servizi fiscali, legali e del lavoro a quelli di incubazione e co-working. Queste attività sono spesso realizzate da partner del territorio, come le Camere di Commercio (43% dei casi), le associazioni di imprese (37%, tra le quali naturalmente Confcooperative e Rete Imprese Italia, partner fin dall’inizio di Buona Impresa) e altre agenzie di sviluppo locale o la stessa banca.

Tra le iniziative di sviluppo del progetto, da ricordare l’apertura ad Alba (Cn) da parte della BCC di Alba, Langhe Roero e del Canavese – lo scorso 9 maggio – dell’Ufficio Buona Impresa! in pieno centro città, per fornire consulenza e supporto ai giovani neo imprenditori e accompagnarli nell’acceso al credito. Prende così forma una nuova modalità di esprimere la tipica funzione di banca di territorio svolta da oltre 130 anni dalle BCC: l’iniziativa di Alba si aggiunge a quelle della BCC di Manzano, che a Udine ha promosso l’incubatore Factory (http://f-factory.it/factory), della BCC di Pontassieve con #OfficinaBCC (www.bccpontassieve.it), della BCC Antonello da Messina (www.antonelloservizi.it).

Con Buona Impresa! il Credito Cooperativo affianca le ragazze e i ragazzi italiani nell’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, fornendo uno strumento concreto per contrastare la crisi, rivitalizzare le economie dei territori e aumentare le opportunità di occupazione giovanile.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra