13/02/2014 Comunicati stampa
M'illumino di meno: il Credito Cooperativo aderisce anche quest'anno
Eco day 2014. Anche le BCC aderiscono a “M’illumino di meno”. In tutta Italia iniziative per il risparmio energetico dai giovani soci anche “flash mob” a lume di candela.

Il Credito Cooperativo italiano aderisce per il sesto anno consecutivo alla iniziativa promossa dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio2 Rai “M’illumino di meno” che invita a spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili nella giornata di venerdì 14 febbraio e, più in generale, ad adottare comportamenti virtuosi sul piano del risparmio energetico.

Saranno oltre 37 mila i collaboratori del Credito Cooperativo coinvolti nell’iniziativa, che vede la sua promozione sul territorio attraverso la sensibilizzazione delle Federazioni Locali delle BCC. Molteplici le forme di coinvolgimento che verranno adottate da parte delle singole BCC e Casse Rurali. In particolare, in quello che viene definito l’“Eco day”, le Banche sono invitate a spegnere luci, apparecchiature non indispensabili, insegne luminose di sedi e filiali. Saranno distribuiti alla clientela “decaloghi ambientali” e brochure sull’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili, inserite in comunicazioni ad hoc sulle pagine web, organizzati eventi a “chilometro zero”, regalati gadget come lampadine a basso consumo, ecc.

Anche quest’anno alcune attività ed iniziative saranno promosse dai Gruppi Giovani Soci delle BCC e Casse Rurali. In particolare, saranno organizzati dei “flash mob” a lume di candela intitolati “Spegni la luce, accendi l’arte!” (vai sulla pagina Facebook Giovani Soci Federcasse o sul sito www.giovanisocibcc.it per l’elenco delle iniziative programmate in tutta Italia).

Presso la sede nazionale del Credito Cooperativo a Roma, per tutta la giornata saranno ridotte le illuminazioni non indispensabili e, a partire dalle ore 18.00, saranno spente le insegne luminose esterne per partecipare al simbolico “silenzio energetico” proposto dalla trasmissione radiofonica.

Da ricordare, inoltre, la Convenzione tra il Credito Cooperativo e Legambiente, operativa dal 2007, per la diffusione - attraverso prestiti a tasso agevolato erogati dalle BCC e dietro istruttoria tecnica della stessa Legambiente - di fonti di energia rinnovabile ed alternativa. Dall’inizio della Convenzione ad oggi sono stati sostenuti oltre 5.600 progetti per un totale di 265 milioni di euro di investimenti.

Più in generale, il sistema delle BCC può contare inoltre sul supporto tecnico organizzativo assicurato da Bit Spa (Banca per gli Investimenti sul territorio) per contribuire a ridurre il loro impatto ambientale. L’iniziativa prevede una serie di interventi: audit energetico per la sede della banca e delle eventuali filiali; formazione del personale a contatto con la clientela, in particolare riguardo la legislazione e la normativa relativa alle fonti rinnovabili e al risparmio energetico; organizzazione di convegni a scopo divulgativo sui temi del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili (www.bit-spa.it).
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra