14/05/2013 Convegni
“Le banche cooperative europee esempio di solidarietà” per il Vice Presidente del Parlamento Europeo Pittella
“Se c'è una parola che dobbiamo riaffermare con forza è solidarietà. Il sistema di banche cooperative europee è un esempio di solidarietà e l'Europa trae la sua linfa da questo stesso valore. Per questo, in nome della solidarietà, le banche cooperative  e l'Europa saranno sempre alleate.”
 
E quanto ha affermato oggi il Vice Presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella nel corso del Cooperative Banks Day, secondo appuntamento annuale organizzato dall’ Associazione delle Banche Cooperative Europee (EACB), rivolto ai parlamentari, economisti, giornalisti, studiosi ed altri “portatori di interesse” che si è svolto a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo.
 
Il Vice Presidente Pittella ha parlato della peculiarità del sistema  bancario europeo e anche delle sue criticità,  che potrebbero essere risolte attraverso il pluralismo bancario : “Accanto a grandi gruppi internazionali e a banche d'investimento - ha affermato - devono prosperare sistemi bancari di tipo mutualistico e cooperativo, legati  al territorio e al servizio dell'economia reale”.  “Solo il pluralismo - ha continuato Pittella - garantisce inoltre quella resilienza che conferisce al sistema la necessaria flessibilità che permette di superare le crisi.”
 
“Vi è inoltre un'osservazione di fondo di tipo valoriale che non può essere rimossa – ha proseguito -  le banche cooperative, a differenza di altre tipologie di banche, non sono la causa dell'attuale crisi. Al contrario, nonostante il difficile contesto, esse hanno moltiplicato gli sforzi a sostegno dell'economia reale permettendo di mitigare gli effetti della crisi grazie all'alto livello di capitalizzazione e il basso profilo di rischio. Sarebbe pertanto ingiusto se proprio queste banche dovessero pagare i costi di una crisi che hanno subito e non provocato.
 
E' pertanto necessario che nell'elaborazione dell'Unione Bancaria - ha continuato  il Vice Presidente del Parlamento Europeo -  i decisori pubblici tengano conto dell’esigenza di salvaguardare il pluralismo bancario. Si tratta di sviluppare reali dispositivi normativi che riconoscano ed incentivino il pluralismo in quanto asse portante del sistema bancario.”  
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra