21/03/2013
La Fondazione Tertio Millennio al fianco delle cooperative giovanili, contro le mafie
Lo scorso 19 marzo i ragazzi della cooperativa Le Terre di Don Giuseppe Diana – Libera Terra di Castel Volturno (Caserta), sostenuta anche dalla Fondazione Internazionale Tertio Millennio nell’ambito del progetto Laboratorio Sud, hanno ricordato – insieme ai vertici della Associazione antimafia “Libera” – la figura di Don Giuseppe, ucciso proprio il 19 marzo del 1994 nella sacrestia della sua parrocchia a Casal di Principe mentre si apprestava a celebrare la Messa.

A distanza di venti anni, il sogno di liberare dalla camorra il territorio che don Giuseppe amava tanto, sta diventando, passo dopo passo, realtà. Grazie all'impegno di tanti giovani.
Il 17 maggio 2012 è infatti stata inaugurata la cooperativa sociale a lui dedicata, su un terreno confiscato alla camorra. Che oggi produce un’ottima mozzarella di bufala e dà lavoro a 14 persone.
La Fondazione Tertio Millennio – che ha contribuito al progetto con l’acquisto di una macchina imbustatrice delle mozzarelle e che sta fornendo supporto consulenziale attraverso l’Associazione Seniores BCC - in occasione della giornata dedicata al ricordo di Don Beppe, ribadisce il suo impegno nel sostenere le cooperative giovanili che tra mille difficoltà vogliono restare sul loro territorio lavorando con onestà e trasparenza.

L’esperienza e la storia della cooperativa Le Terre di Don Giuseppe Diana è raccontata nell’ultimo “Quaderno” della Fondazione Tertio Millennio: “Dal bene confiscato al bene comune” realizzato in collaborazione con Libera.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra