13/01/2012 Economia e Finanza
Iccrea Banca, Cassa Centrale Banca e Cassa Centrale Raiffeisen all’asta BCE
 
Le banche italiane hanno accolto positivamente l’offerta della BCE  del 21 dicembre 2011 relativa all’erogazione di finanziamenti della durata di tre anni. Il Credito Cooperativo ha partecipato all’asta con le tre banche di secondo livello – Iccrea Banca, Cassa Centrale Banca, Cassa Centrale Raiffeisen – che hanno acquisito complessivamente 10 miliardi di euro.
 
Le banche europee hanno risposto in massa all’offerta della Banca Centrale Europea relativa all’erogazione di finanziamenti della durata di tre anni.
Sono state infatti 523 le banche di Eurolandia che hanno visto assegnarsi 489 miliardi di euro al tasso dell’1%. Con questo innovativo mix, che prevede un importo erogato superiore alle più rosee aspettative, una durata triennale maggiore rispetto alle precedenti aste ed un tasso importante, la BCE si propone di porre un rimedio alla recessione in atto favorendo la distensione del sistema finanziario e l’accesso al credito.
Le banche italiane hanno accolto positivamente l’offerta della BCE partecipando nell’asta del 21 dicembre 2011 per il 23% del totale, corrispondente a 116 miliardi di euro.
Il Credito Cooperativo ha partecipato all’asta con le tre banche di secondo livello - Iccrea Banca, Cassa Centrale Banca, Cassa Centrale Raiffeisen – che hanno acquisito complessivamente 10 miliardi di euro.
 
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra