27/05/2011 Assemblee
Sergio Gatti nuovo presidente dell’Ecra

Nuove nomine e cifre in crescita per Ecra. L’assemblea dei soci dello scorso 5 maggio, oltre a certificare un altro anno positivo per la casa editrice di sistema, chiuso con un significativo incremento di utile e rilevanti iniziative editoriali, ha eletto il Consiglio di amministrazione. Dopo quasi trenta anni trascorsi in Ecra, prima come presidente del collegio sindacale, poi come vicepresidente e infine come presidente del Cda, Aldo Peruzzi ha comunicato la propria intenzione di non ripresentarsi.

Una “decisione sofferta”, ha confidato Peruzzi, per l’attaccamento alla società editrice e per la lunga esperienza nel movimento del Credito Cooperativo dove ha ricoperto il ruolo di direttore generale di Federcasse dal 1975 al 1996.
Nel suo intervento Peruzzi ha affermato di “essere sempre stato affascinato dai valori, dalla storia e dal messaggio della cooperazione di credito. Lavorare nel Credito Cooperativo mi ha dato appagamento e gratificazione anche morale. Un grazie va a tutte le persone con le quali ho avuto la fortuna di collaborare”.

Il presidente di Federcasse e consigliere di Ecra, Alessandro Azzi, ha ribadito la “profonda stima per il presidente Peruzzi, un esempio per la dedizione e la capacità tecnica profuse” ed ha lanciato la proposta, accolta all’unanimità dall’assemblea, di nominarlo presidente onorario di Ecra.

Sergio Gatti, direttore generale di Federcasse, è stato quindi eletto all’unanimità presidente della società. Una scelta nel segno della continuità, visto che il precedente presidente di Ecra era stato direttore generale di Federcasse e dettata, inoltre, dalla specifica competenza di Gatti in materia.

Nell’accogliere il nuovo incarico, oltre a ringraziare per la fiducia accordatagli, il neopresidente Gatti – che già ricopriva la carica di vicepresidente – ha espresso la volontà di “mantenere una linea di continuità con i suoi predecessori, nello spirito di servizio che contraddistingue Ecra, ma anche nello sviluppo editoriale e tecnologico, che devono essere sempre finalizzati alla promozione dei valori cooperativi. Competenza, passione, sacrificio, umiltà e intraprendenza sono e saranno le tracce dell’attività presente e futura di Ecra, una società fondamentale per l’attività culturale nel movimento”.

Il nuovo consiglio di amministrazione ha visto, inoltre, la conferma di Alessandro Azzi, Antonio Tancredi, Luca Occhialini e l’ingresso di Salvatore Maccarone e Umberto Guidugli. Un ringraziamento particolare è andato al consigliere uscente Ferdinando Ciampi.

Il Collegio sindacale risulta formato da Antonio De Rosi (presidente), Enrica Cavalli e Gloria Burzi (sindaci effettivi), Giuseppe Molinaro e Nicola Sgobba (sindaci supplenti).


Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra