28/03/2011 Eventi
CC Mediocrati integra la BCC della Sibaritide
L’intervento della BCC Mediocrati è finalizzato a tutelare occupazione e clientela di una istituzione finanziaria che ha radici storiche.

È stato definito nei giorni scorsi il processo di integrazione della Banca di Credito Cooperativo della Sibaritide nel Credito Cooperativo Mediocrati. Un fatto importante e significativo, un esempio di quella che si può definire “solidarietà virtuosa” per l’intero territorio calabrese, dove operano 18 banche con 94 sportelli.

“Il nostro intervento – ha detto il presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino - rappresenta la volontà e l’attenzione dell’intero movimento del Credito Cooperativo a sostenere il valore del localismo bancario confermando, sul territorio, la bontà di una esperienza fondamentale a vantaggio di famiglie e imprese”.

Il processo di incorporazione rientra a pieno titolo nei percorsi organizzativi propri del Credito Cooperativo nel momento in cui evidenze di mercato e situazioni contingenti – aggravate anche dalla crisi economica – rendono necessarie la ricerca di soluzioni idonee a salvaguardare un autentico patrimonio collettivo qual è una banca cooperativa.

“L’intervento della BCC Mediocrati si realizza in uno spirito di profonda solidarietà – sottolinea ancora il presidente Paldino - con l’obiettivo di tutelare occupazione e clientela di una istituzione finanziaria che ha radici storiche”. La nuova banca, in particolare, potrà contare ora su 17 sportelli diffusi su 73 Comuni - la maggior parte dei quali in provincia di Cosenza - e 126 dipendenti.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra