03/02/2011 Eventi
Pietro Galbiati nuovo direttore generale della Federazione Lombarda delle BCC
Pietro Galbiati è stato nominato nuovo direttore generale della Federazione Lombarda delle BCC. A passargli il testimone è Filippo Spina che assume la carica di condirettore.

Nella seduta del 26 gennaio, il Consiglio di Amministrazione della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo ha nominato nuovo direttore generale Pietro Galbiati, già vice direttore dal 2009. A passargli il testimone è Filippo Spina – da 4 anni alla direzione della Federazione, dopo aver ricoperto il ruolo di vice direttore fino al 2007 – che assume la carica di condirettore.

49 anni, milanese, Pietro Galbiati proviene dal mondo della libera professione, che ha esercitato fino al 1999, a stretto contatto con la realtà delle Pmi lombarde. Risale al 1993 il suo ingresso nel mondo del Credito Cooperativo, quando è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione di una delle 45 BCC lombarde, nella quale ha ricoperto incarichi di responsabilità, passando nell’arco di un decennio dalla vice direzione alla direzione.

Un’esperienza quasi ventennale all’interno della Cooperazione di Credito lombarda, quella di Pietro Galbiati, vissuta da diverse prospettive, ultima delle quali quella di vice direttore della Federazione.

“Sono lieto di assumere l’incarico cui sono stato chiamato e onorato di succedere a Filippo Spina, che ringrazio per il lavoro sviluppato con tanta passione e per l’importante opera di affiancamento svolta.”, ha affermato Galbiati. “I risultati ottenuti nel corso degli anni dalle BCC lombarde testimoniano la validità di un modello che fa del servizio alla persona il cardine del proprio modo di ‘fare banca’. Guardando al futuro, il mio impegno sarà rivolto ad aprire, nel richiamo costante a questi valori costitutivi del Credito Cooperativo, nuove prospettive, per uno sviluppo coerente ed equilibrato che affronti le sfide attuali. In particolare, al centro del nostro quotidiano operare dovremo focalizzarci su autorevolezza, indipendenza, capacità d’intervento, competenza tecnica”.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra