14/01/2011 Iniziative
La BCC del Garda in aiuto ai dipendenti del gruppo Medeghini
La BCC del Garda si è resa disponibile per garantire ai lavoratori del gruppo Medeghini l’anticipazione delle erogazioni di Cassa Integrazione Guadagni da parte dell’Inps.

A seguito del default delle tre aziende del gruppo Medeghini, decretato con sentenza del Tribunale di Brescia, per iniziativa del Comune di Mazzano sono stati avviati contatti per prevedere un aiuto immediato ai dipendenti delle aziende.

La BCC del Garda, presente nel comune con una filiale storica, si è subito resa disponibile per garantire ai lavoratori, con la propria operatività, l’anticipazione delle erogazioni di Cassa Integrazione Guadagni da parte dell’Inps. Verrà applicata, dunque, la metodologia già sperimentata negli scorsi anni con protocolli previsti in queste situazioni di crisi. In concreto, la banca erogherà finanziamenti individuali fino all’importo massimo di 2.800 euro per Cassa Integrazione Ordinaria e 6.300 in caso di Cassa Integrazione Straordinaria, in rate di importo massimo di 700 euro mensili, senza applicazione di interessi e di spese.

A titolo di garanzia del buon fine dei finanziamenti, il lavoratore si impegnerà a domiciliare, in via irrevocabile, presso la BCC del Garda l’accredito che successivamente verrà erogato dall’Inps; i tempi di rimborso del finanziamento saranno correlati ai tempi di liquidazione, da parte dell’Inps di Brescia, dei contributi di CIGO e CIGS.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra