15/12/2010 Iniziative
Convegno della CR di Rovereto sul sangue cordonale

Donare il sangue placentare è donare la vita, questo il tema del convegno svoltosi il 10 dicembre al Mart di Rovereto e finanziato dalla Cassa Rurale della città della Quercia.

“La nostra banca ha aderito con grande slancio a questa iniziativa – ha spiegato il vice presidente Silvano Piazzini – perché è da sempre sensibile ai temi della salute. Questo intervento si unisce ai molti altri promossi e concretizzati in passato e riservati ad altri settori della medicina”.

Da parte sua, il direttore della Cassa Rurale, Luca Filagrana, ha ricordato che “nell’ambito della sussidiarietà che ci contraddistingue abbiamo cercato di venire incontro a un tema caro all’intera collettività. E lo abbiamo fatto – ha aggiunto - in direzione duplice: finanziando questo convegno che vuole offrire una opportunità per fare informazione anche sul tema delle cellule staminali e istituendo una borsa di studio del valore di 10 mila euro che permetterà di dedicare un’ostetrica all’esclusiva attività di raccolta di sangue cordonale presso l’Ospedale di Rovereto”.

Il sangue cordonale – è stato ricordato – è il sangue che rimane nel funicolo e nella placenta dopo il parto. Si tratta di un piccolo volume (oscillante tra i 60 e i 150 ml) che contiene milioni di cellule staminali emopoietiche: in passato eliminato come prodotto di scarto, può essere raccolto, esaminato, congelato e impiegato a scopo di trapianto. Come dire: una vita che nasce può donare una vita nuova a moltissime altre persone.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra