10/12/2010 Eventi
Inaugurata a Treviso la nuova filiale della Banca di Monastier e del Sile

Il 2 dicembre scorso è stata presentata nella sede Museale di S. Caterina a Treviso una iniziativa editoriale di pregio, sostenuta da Banca di Monastier e del Sile, che ha finanziato il libro Storia di Treviso di Rino Bellio, su iniziativa editoriale del libraio Alessandro Tarantola. La manifestazione è stata il preludio delle manifestazioni culturali e sociali organizzate dalla banca in occasione dell’apertura di una nuova filiale in centro storico nella centralissima Piazza del Grano.

L’avvenimento è importante: si tratta infatti della prima filiale di una Banca di Credito Cooperativo ad essere presente dentro le mura della città.


La cerimonia ufficiale del taglio del nastro del nuovo sportello si è tenuta il 4 dicembre alla presenza di ospiti e autorità. Poi la festa è continuata alle 21,00 nella Chiesa della Madonna Granda per un concerto lirico sinfonico ad ingresso libero aperto alla cittadinanza. All’evento musicale hanno preso parte l’Orchestra regionale Filarmonia Veneta diretta da Stefano Romani, il coro lirico del Teatro Verdi di Padova, il tenore Cristian Ricci e gli artisti del Laboratorio lirico del Veneto.


Riguardo al libro – come spiegato dallo stesso autore Rino Bellio- si tratta di una sorta di viaggio nella storia dall’età romana alla ricostruzione del secondo dopoguerra con le tappe di un percorso che si snoda tra situazioni, personaggi, episodi gloriosi e momenti tragici della nostra bella e amata città. Testi, fotografie, didascalie e aneddoti ricostruiscono con pazienza questo grandissimo patrimonio.


Sosteniamo questo lavoro – ha esordito Donatello Caverzan, presidente di Banca di Monastier e del Sile - per dare testimonianza ancora una volta della nostra vocazione per la cultura e per la valorizzazione delle nostre tradizioni locali, ben consapevoli che una Banca di Credito Cooperativo non deve soltanto occuparsi di aspetti economico-finanziari, ma anche e soprattutto di valori etici, prestando attenzione alla socialità e promuovendo la crescita morale, intellettuale, sociale dei propri soci, dei propri clienti e del proprio territorio”.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra