22/10/2010 Eventi
Conclusa a Reggio Calabria la 46^ Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
Ridare al credito la giusta funzione di strumento capace di favorire imprenditorialità, educazione al risparmio, inclusione sociale. Questo, in estrema sintesi, il messaggio trasmesso dal Credito Cooperativo a Reggio Calabria, in occasione della 46^ Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, tenutasi dal 14 al 17 ottobre sul tema “Cattolici nell’Italia di oggi. Un’agenda di speranza per il futuro del Paese”.

Un messaggio che il Credito Cooperativo ha voluto sviluppare concretamente nel documento “Il coraggio di testimoniare – Quattro proposte del Credito Cooperativo per il rilancio della comunità Italia” realizzato in preparazione all’evento e successivamente inserito dagli Organizzatori nella documentazione ufficiale consegnata agli oltre 1.000 delegati provenienti da tutte le Diocesi italiane e ai molti esponenti del mondo politico, imprenditoriale, accademico e dell’associazionismo presenti a Reggio.

In particolare, la testimonianza del Credito Cooperativo, unica del mondo bancario - nell’ambito di una tavola rotonda sui temi del Mezzogiorno - ha potuto rappresentare, con il sostegno di immagini realizzate per l’occasione, il senso ed il valore del progetto “Laboratorio Sud” della Fondazione Tertio Millennio Onlus. Come dice la parola stessa, un vero e proprio “laboratorio” dove si mettono in rete – per lo sviluppo dell’ imprenditorialità giovanile nel Mezzogiorno – BCC, associazioni, Diocesi. Sviluppando, è stato sottolineato, un dialogo per nulla scontato, non sempre agevole, ma indispensabile per costruire esperienze di valore. Paradigma di quello che dovrebbe essere, più in generale, un “metodo” cooperativo espressione di quell’“amore intelligente” (citato espressamente dall’Enciclica Caritas in Veritate) capace di impostare su basi nuove e condivise processi di crescita individuale e collettiva.

Da questo punto di vista l’appuntamento di Reggio Calabria è stata occasione utile, da un lato, per riproporre temi - normalmente difficili da intercettare - a tantissimi giovani incuriositi dall’esperienza delle BCC come banche capaci di porsi davvero nella logica dello sviluppo del bene comune, ma anche per rendersi conto, attraverso la viva voce dei protagonisti, dello stato reale di un Paese fortemente disorientato, della sua essenza profonda, ma anche delle sue aspettative.

Da quanto sentito a Reggio, esiste difatti quasi “sottotraccia” una energia tuttora inespressa, soprattutto del mondo giovanile (molte le “buone pratiche” presentate alle Settimane Sociali, poco conosciute attraverso i media, ma di grande efficacia qualitativa) che si deve poter intercettare e convogliare – anche attraverso la leva del buon credito – in un percorso di crescita che possa dirsi davvero integrale.

Sotto questo punto di vista sono importanti gli accordi che – nell’ambito del già citato “Laboratorio Sud” – stanno nascendo in diverse regioni del Mezzogiorno tra BCC (anche in pool) e Diocesi. Tentativo intelligente di sbloccare attraverso fondi di garanzia sostenuti dalle Chiese locali, plafond significativi per microcredito agevolato, e non solo.

Tutta la documentazione sulla Settimana Sociale di Reggio Calabria su www.settimanesociali.it
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra