28/09/2010
BCC di Marina di Ginosa: sedie job per un turismo a misura di disabile

Le coste joniche, specie nella zona occidentale del Tarantino, presentandosi basse e sabbiose, sarebbero fruibili anche per il turismo delle persone con handicap. Ma spesso mancano le strutture e la stessa discesa a mare diventa ardua, se non impossibile.
La Banca di Credito Cooperativo di Marina di Ginosa, località balneare sulla costa jonica, ha provato ad invertire la rotta e a dare l’esempio. La BCC ha infatti donato a due lidi della cittadina due sedie job, che permetteranno un facile accesso al mare dei clienti disabili.

Ma cosa sono e come funzionano questi veri e propri mezzi anfibi? Si tratta di carrozzine in lega e tela, molto leggere, dovute alla geniale intuizione di un progettista napoletano. Il nome significa letteralmente “Jam ò Bagn”, andiamo al mare. Il segreto del loro successo, ormai mondiale, sta nelle ruote laterali in gomma, grandissime, simpatiche e funzionali, che ricordano un po’ quelle delle macchine di Walt Disney a Paperopoli e che aggrediscono facilmente la sabbia evitando ingolfamenti e consentendo ai bagnanti disabili di entrare comodamente in acqua, scendere e fare una nuotata, oppure godersi semplicemente un po’ di sole a d’acqua.
“La nostra iniziativa – precisa il presidente Franco D’Alconzo – non rimarrà isolata e sporadica. L’impegno per un turismo pienamente accessibile intende essere costante e protrarsi nel tempo. Ogni anno, in concomitanza con la stagione estiva, la banca regalerà due carrozzine job ad altrettanti stabilimenti balneari. Così da arrivare a coprire gradatamente tutte le realtà turistico-imprenditoriali del proprio bacino di competenza.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra