16/09/2010 Istituzioni
Friuli Venezia Giulia: le BCC nel pool di banche tesoriere della Regione

Le 15 Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, con il coordinamento della Federazione, sono parte del raggruppamento temporaneo di imprese al quale l’Amministrazione regionale ha affidato il servizio di tesoreria per il quinquennio 2011-2015.
Il bando di gara quest’anno presenta caratteristiche del tutto innovative rispetto al passato: strutturato per la prima volta in quattro lotti, prevede la gestione del servizio di tesoreria per una decina di enti che rientrano nell’apparato amministrativo regionale come il Consiglio regionale, gli Erdisu (Enti regionali per il diritto e le opportunità allo studio universitario) di Udine e Trieste, le 6 Aziende Sanitarie, gli ospedali, e i due Istituti di ricerca scientifica, nonché i fondi regionali dotati di autonomia contabile come, a esempio, il Frie e il Fondo di rotazione agricoltura.

La stipula formale dell’Associazione Temporanea di Imprese tra le banche (capofila Unicredit, e partecipanti le BCC del Fvg, Friuladria e la Cassa di Risparmio del Fvg), avverrà entro il prossimo ottobre.
“La conferma per le BCC nell’assegnazione di questo prestigioso incarico – commenta il presidente della Federazione, Giuseppe Graffi Brunoro – nasce dalla gestione di una ‘politica delle alleanze’ che ha consentito di creare una collaborazione forte e competitiva tra istituti in cui le BCC del Friuli Venezia Giulia rivestono un ruolo significativo, anche perché vengono riconosciute come sistema in grado di sviluppare sinergie sia al loro interno”.

La percentuale del 10,42% delle giacenze della Regione, che spetta al Credito Cooperativo in ragione degli accordi interbancari e che ammonta in media a 11,6 milioni di euro, è stata assegnata dopo lo svolgimento di una gara interna, alla BCC di San Giorgio e Meduno.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra