08/04/2010 Convegni
Convention a Bruxelles delle Banche cooperative europee
Si svolge oggi a Bruxelles, presso la sede del Parlamento europeo, la quarta Convention delle Banche Cooperative europee aderenti all’European Association of Co-operative Credit Banks (EACB).

La Convention è stata organizzata nell’ambito delle celebrazioni del quarantennale della Associazione, nata con l’obiettivo di coordinare e rendere sempre più incisiva l’azione delle Banche di Credito Cooperativo del continente, che vide Federcasse (la Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali) tra i soci fondatori.

Alla Convention, che si pone come obiettivo quello di valorizzare il ruolo e le prospettive del Credito Cooperativo europeo anche alla luce delle recenti dinamiche dei mercati finanziari e delle nuove, impegnative, proposte di regolamentazione, partecipa - tra gli altri - Michel Barnier, Commissario Europeo al Mercato Interno. Il confronto vede tra i protagonisti Giovanni Carosio, presidente del CEBS (Comitati dei Supervisori bancari europei) e Vice direttore generale Banca d’Italia; Stefan Walter, segretario generale Comitato di Basilea, Soledad Nunez, direttore generale del Tesoro di Madrid in rappresentanza della presidenza spagnola, diversi parlamentari europei, tra cui il primo vice presidente Gianni Pittella.

Il sistema delle BCC è rappresentato dal Direttore Generale di Federcasse Sergio Gatti, dal Direttore Operativo Federico Cornelli e dal Vice Direttore Roberto Di Salvo.

E’ questa anche occasione per approfondire le specificità e le potenzialità del modello cooperativo come elemento in grado di alimentare la ricerca di nuovi modelli di corporate governance e – soprattutto – come uno dei fattori chiave per la stabilità e una nuova fase di sviluppo sostenibile dei territori.

Lo scorso anno la Bundesbank tedesca ha sottolineato, in un proprio studio, come le banche cooperative godano di maggiore stabilità in questa fase di turbolenza finanziaria, mentre una recente risoluzione del Parlamento europeo (degli Europarlamentari Pittella e Karas – giugno 2008) ha ribadito come “le cooperative bancarie offrono un contributo sostanziale al finanziamento dell’economia a livello locale”. Il modello della cooperativa, come modello alternativo a quello della società per azioni – sottolineano gli europarlamentari – si iscrive nella logica della salvaguardia e del rafforzamento della “libertà” e della “concorrenza” anche in ambito comunitario.

Attualmente, in Europa operano 4.200 banche cooperative, di 23 Paesi, su un totale di 7 mila banche. Hanno 60 milioni di soci ed oltre 180 milioni di clienti coprendo, insieme, il 21 per cento del mercato continentale del credito. Fanno parte del sistema Banche di assoluto standing continentale come l’olandese Rabobank o il francese Credit Agricole.

www.eacb.org

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra