12/05/2009 Assemblee
Iccrea Banca chiude il 2008 con un utile netto di 9,3 milioni di euro
L’Assemblea di Iccrea Banca Spa ha approvato il bilancio d’esercizio 2008, che si è chiuso con un utile netto pari a 9,3 milioni di euro (mentre l’utile ante imposte ha raggiunto i 18,6 milioni di euro). La stessa Assemblea ha stabilito di distribuire un dividendo di 15,5 euro per azione, per un ammontare complessivo di 6,5 milioni di euro.

Nel corso del 2008 Iccrea Banca ha rafforzato il suo supporto alle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane, nell’ottica di un maggiore consolidamento del ruolo che queste svolgono quali banche di sviluppo del territorio.
In questo senso, gli impieghi a clientela ordinaria dell’Istituto sono cresciuti di quasi il 31  passando da 606,8 milioni di euro del 2007 a 792,6 milioni di euro del 2008, sostenuti da una significativa crescita dei crediti speciali, settore nel quale l’Istituto è divenuto un punto di riferimento nel comparto agricolo per le BCC-CR.

La raccolta diretta dalle BCC-CR, inoltre, è aumentata del 14,4%, superando i 5 miliardi di euro (5.706 milioni di euro).

Sul fronte della monetica, la Carta di Credito Cooperativo si è ulteriormente rafforzata nel corso dell’esercizio, registrando una crescita delle carte emesse, che hanno sfiorato quota 1,1 milioni a fine 2008 (+13,1%).

Sono inoltre 147 le Banche di Credito Cooperativo che usufruiscono della consulenza di Iccrea Banca sui servizi A.L.M. (Asset Liability Management) e CAM (Capital Active Management), volta a supportare le BCC-CR nelle scelte strategiche e gestionali e nel governo dei rischi.

Dal punto di vista reddituale, nonostante il 2008 abbia presentato un contesto di mercato assai complesso, in cui il risultato negativo del margine netto di negoziazione ha condizionato la redditività della gestione degli istituti bancari, Iccrea Banca ha conseguito risultati in crescita.

Nell’ambito della gestione caratteristica dell’Istituto (escludendo il margine netto di negoziazione), i profitti lordi rilevano infatti una crescita da 22,7 milioni di euro a 45,4 milioni di euro.

L’Agenzia di Rating “Standard & Poor’s” ha inoltre confermato per il 2008 ad Iccrea Banca i rating “A” e “A1” rispettivamente per il lungo termine e per il breve termine, così come permane stabile l’outlook di lungo termine, mentre l’Agenzia Fitch ha assegnato i rating “A” e “F1” rispettivamente per il lungo termine e per il breve termine con un outlook stabile di lungo termine.

“Il bilancio del 2008 – sottolinea il presidente Augusto dell’Erba – rileva come la Banca abbia conseguito risultati importanti a fronte del difficile contesto in cui si è operato ed ha confermato le solide basi reddituali di cui l’Istituto Centrale può disporre anche in periodi critici. In tale ottica, Iccrea Banca vuole continuare a riservare ad ogni Banca di Credito Cooperativo e Cassa Rurale una gamma di prodotti e servizi dedicati alla sua operatività ed al servizio della sua clientela, attraverso una gestione attenta e prudente delle attività e secondo la logica di vantaggio e beneficio per i diversi territori e comunità nelle quali operano le BCC-CR”.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra