23/04/2008 Finanza solidale
Banca di Verona CC con la Fondazione Tovini contro povertà e usura
Nel 2006 in Italia erano ben sette milioni le persone sotto la soglia della povertà. In Veneto, l’incidenza della soglia di povertà è passata, tra il 2005 e il 2006, dal 4,5 al 5% della popolazione. Per intervenire in soccorso delle fasce più deboli della società veronese, la Fondazione Beato Giuseppe Tovini e Banca di Verona Credito Cooperativo Cadidavid hanno intensificato la collaborazione iniziata nel 2006, siglando una nuova convenzione che riunisce il progetto di “Microcredito di soccorso” con quello “anti-usura”.
L’obiettivo è quello di offrire una risposta concreta alle necessità finanziarie di quelle persone e quelle famiglie che potrebbero risolvere gravi problemi con prestiti di entità modesta, adeguando la convenzione ai nuovi e sempre maggiori problemi cui vanno incontro i meno abbienti. Finanziamenti che il sistema bancario difficilmente concede poiché i livelli di reddito non sono tali da garantirne il rimborso: con la nuova convenzione Banca di Verona raddoppia il limite massimo erogabile, fino a 30 mila euro, e arriva a farsi carico fino al 40% delle perdite sui crediti erogati in convenzione con la Fondazione Tovini
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra