03/04/2008 Convegni
Banca Maremma: crediti agevolati per le aziende zootecniche

In un momento in cui il settore zootecnico della provincia di Grosseto è in forte crisi, schiacciato dalla carenza di foraggi per via della scarsità di piogge e dalla necessità di acquistare mangimi i cui costi sono lievitati nell’ultimo anno, la Banca della Maremma ha stanziato oltre un milione e 600 mila euro come fondo da utilizzare per finanziamenti. Di questi, un milione è destinato alle aziende zootecniche che hanno sostenuto maggiori spese a causa delle avverse condizioni climatiche. È prevista la possibilità di ottenere finanziamenti a tre anni, ad un tasso fisso del 2% per i soci della BCC e del 4% per i clienti. L’importo massimo erogabile è di 50 mila euro.

La banca ha stanziato, poi, mezzo milione di euro per le aziende che acquistano animali selezionati da destinare alla riproduzione. Si possono ottenere finanziamenti fino a 15 mila euro da restituire in cinque anni a un tasso dello 0,25% per i soci e dello 0,75% per i clienti. Altri 100 mila euro, invece, riguardano il risarcimento dei danni subiti da predatori. In attesa di avere l’indennizzo accertato dal servizio veterinario, le aziende possono chiedere un’apertura di credito in conto corrente ad un tasso che è sempre dello 0,25% per i soci e dello 0,75% per i clienti. Infine, gli ultimi 15 mila euro sono stati messi a disposizione per contributi in conto capitale per la partecipazione, nel 2008, a corsi di specializzazione per le attività casearie. La BCC finanzia fino al 50% del costo di iscrizione ai corsi, per un massimo di 1.500 euro.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra