21/03/2008 Comunicazione
La BCC di Altavilla Silentina e Calabritto dona i nuovi paramenti sacri a Benedetto XVI
La Banca di Credito Cooperativo di Altavilla Silentina e Calabritto è stata scelta quest’anno per donare i nuovi paramenti sacri al Sommo Pontefice. La cooperativa aveva, nei mesi scorsi, fatto pervenire alla Segreteria Vaticana questa particolare richiesta, che era giunta insieme a numerose altre provenienti da tutto il mondo. Nel febbraio di quest’anno è arrivata al direttore generale della banca altavillese, Giuseppe Sica, la comunicazione dell’accettazione da parte di Benedetto XVI della offerta. “Una gioia – ha sottolineato il direttore - particolarissima ed insperata per tutta l’ampia compagine sociale che da oltre 25 anni porta avanti gli ideali, i valori e la concretezza di una cooperazione di credito che trae origine proprio dal Magistero della Chiesa cattolica”.
Un rapporto particolare quello che ha sempre legato la BCC di Altavilla Silentina e Calabritto al Soglio di San Pietro. È ancora vivido, infatti, nel ricordo dei soci l’intenso incontro con Giovanni Paolo II avvenuto pochi anni orsono e che aveva portato a Roma tantissimi soci dell’istituto di credito.
Anche il 16 marzo scorso, nella significativa celebrazione della Domenica delle Palme erano oltre 100 i soci della banca presenti in un settore particolare del sagrato destinato esclusivamente a loro. Un regalo straordinario per loro a cui seguirà nei prossimi giorni la consegna in forma ufficiale, nelle mani del Santo Padre, di tutti i nuovi paramenti sacri che Benedetto XVI utilizzerà nel corso dell’anno liturgico.“Siamo felici ed onorati per questa possibilità che il Papa ci ha offerto – ha dichiarato il presidente della BCC, Antonio Bassi. Da sempre la nostra banca è vicina ai valori di solidarietà e di impegno sociale della dottrina cristiana”.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra