04/03/2008
La BCC del Chianti dà vita ad una "Banca dei cereali" in Ciad

Obbligazioni con finalità etiche per la BCC del Chianti. La BCC toscana emetterà sul mercato retail obbligazioni per finanziare un progetto di cooperazione allo sviluppo in Ciad.

L’iniziativa sosterrà le iniziative intraprese nel paese africano dal comune di Tavernelle Val di Pesa ed in particolare si concentrerà sulla realizzazione della “Banca dei cerali”, ovvero la costruzione di magazzini per lo stoccaggio del miglio in alcuni villaggi delle prefetture di Beboto e Bodo. I magazzini saranno gestiti in forma cooperativa dagli stessi contadini e serviranno ad ottimizzare la produzione, lo stoccaggio e la commercializzazione del prezioso cerale, principale fonte di sostentamento per la popolazione locale.

Le obbligazioni etiche finanzieranno inoltre la costituzione di uno speciale fondo di rotazione a disposizione delle cooperative per l’acquisto dei cereali dai produttori. L’obiettivo dell’iniziativa è duplice: da un lato la gestione ottimizzata dei prodotti agricoli; dall’altro la costituzione di uno stock cerealicolo che funga da riserva alimentare e che faccia da cuscinetto alla instabilità dei prezzi. Oltre alla Caritas fiorentina, alla riuscita del progetto collaborano, con la BCC del Chianti Fiorentino, numerosi attori, pubblici e privati: partner toscani, tra cui il Dipartimento di agraria dell’università di Firenze, la Coldiretti e la Cia Firenze, e partner ciadiani, tra i quali la Diocesi di Dioba.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra