13/12/2007
BCC del Friuli Venezia Giulia: accordo con i Confidi artigiani di Gorizia

Interventi a tutto campo a favore delle imprese artigiane della provincia goriziana, grazie all’accordo stipulato dalle BCC del Friuli Venezia Giulia e dal Confidi artigiani di Gorizia. Con il lancio della nuova linea di finanziamento denominata “Sviluppo artigiano”, infatti, le Pmi artigiane possono investire a tassi favorevoli nello sviluppo aziendale. Diventa più facile, quindi, per le imprese che operano nell’artigianato avviare nuovi piani d’investimento, quali l’acquisto d’immobili, la formazione di scorte di magazzino, l’assunzione di personale e la gestione delle spese correnti di avviamento o messa a regime dell’attività.

Per facilitare l’accesso al credito al settore artigiano isontino, la convenzione prevede l’erogazione di finanziamenti della durata massima di 60 mesi, assistiti dalla garanzia prestata dal Confidi. I finanziamenti vengono erogati sotto forma di mutuo o tramite apertura di credito semplice, con rientri trimestrali per un importo complessivo massimo di 50 mila euro. Sempre per le Pmi (purché società) di Gorizia e provincia, le BCC e i Confidi artigiani locale propongono, nell’ottica dell’entrata in vigore di Basilea 2, “Capitalizzazione d’impresa”, una linea di finanziamenti che consente ai singoli soci di un’azienda di dilazionare nel tempo l’aumento del capitale sociale, senza dover pagare il tasso d’interesse che rimane esclusivamente a carico della società. L’importo finanziabile copre l’intera spesa del programma di capitalizzazione, da un minimo di 10 mila a un massimo di 200 mila euro, da ammortizzare con rate trimestrali posticipate della durata limite di 5 anni.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra