17/10/2006 Finanza solidale
BCC, esempio di finanza eticamente e socialmente responsabile


“Come esempio di realtà innovative nelle iniziative di finanza eticamente e socialmente responsabile segnaliamo gli Istituti di Credito Cooperativo, forti di una ultracentenaria tradizione di coerenza tra l´uso efficiente delle risorse finanziarie e la finalità sociale di promozione delle piccole e piccolissime imprese, in sintonia con la dottrina sociale della Chiesa”. Così si può leggere
in “Etica, sviluppo e finanza”, il contributo alla riflessione curato dall´Ufficio Cei per i quarant´anni dell´enciclica Populorum Progressio.

La pubblicazione riserva ampio spazio anche al progetto ¨Microfinanza Campesina¨ , l´iniziativa che il Credito Cooperativo porta avanti ormai da cinque anni in Ecuador insieme a Codesarrollo.

“Il sussidio - spiega monsignor Paolo Tarchi, direttore dell´Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei - vuole porsi come strumento a disposizione delle comunità cristiane del nostro Paese per affrontare con maggiore consapevolezza gli scottanti temi dello sviluppo e della giustizia internazionale alla ricerca di concrete linee di azione e di impegno.

In questo senso costituisce la naturale prosecuzione dei precedenti sussidi elaborati dal Gruppo di studio Etica e Finanza. Il primo nel 2000 dal titolo appunto Etica e Finanza, il secondo nel 2004 dal titolo Finanza internazionale ed agire morale”.

Il sussidio si apre con un capitolo dedicato a una riflessione sui criteri di valutazione etica dei fenomeni della crescita e dello sviluppo economico. Il secondo capitolo illustra brevemente gli snodi del dibattito scientifico attuale sul problema dello sviluppo. Il terzo capitolo prosegue sulla stessa linea esaminando in concreto i principali strumenti di finanza per lo sviluppo, cioè le opzioni concretamente disponibili a chi voglia agire in questo settore. Infine, il capitolo 4 considera invece la responsabilità dei diversi soggetti coinvolti, con particolare attenzione all´esercizio del diritto-dovere di cittadinanza, cioè alle forme possibili di impegno concreto. Nelle conclusioni, poi, vengono fornite alcune prospettive di azione per i diversi soggetti.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra