07/06/2006 Iniziative
A Cittanova la “Giornata regionale della solidarietà”

Mons. Bregantini
Mons. Bregantini

Una “Giornata regionale della solidarietà” a sostegno delle cooperative giovanili della Locride si è tenuta, venerdì 2 giugno, a Cittanova (Reggio Calabria), organizzata dalla Federazione Calabrese delle Banche di Credito Cooperativo e dalla stessa BCC di Cittanova.

Non è stata casuale la scelta del giorno dedicato alla Festa della Repubblica. Il Credito Cooperativo ha, difatti, voluto manifestare in questo modo la propria vicinanza alle cooperative giovanili per ribadire il valore del lavoro – elemento fondante della Carta Costituzionale, all´articolo 1 – in un territorio dove sono molto forti le tensioni sociali ed economiche.

Alla manifestazione di Cittanova – coordinata dal giornalista Gregorio Corigliano della sede Rai di Cosenza - hanno partecipato il Presidente di Federcasse Alessandro Azzi, il Presidente della Federazione Calabrese delle BCC Flavio Talarico, l´Assistente Ecclesiale per la cooperazione Mons. Francesco Rosso, l´Assessore Regionale al Turismo Donnici e, soprattutto, i Vescovi Titolari delle due Diocesi dove è molto forte la presenza delle cooperative giovanili: Mons. Giancarlo Bregantini (Locri – Gerace) e Mons. Luciano Bux (Oppido – Palmi).
Particolarmente significativa, infine, la partecipazione dell´Arcivescovo Emerito di Ravenna, il Cardinale Ersilio Tonini.

Toccanti le parole dei due Vescovi. Mons. Bux ha messo l´accento sull´importanza della solidarietà che “deve servire il bene comune” e non gli interessi di gruppi di potere o di clan. Parole forti, che si volevano riferire alle intimidazioni subite da alcune cooperative sociali della Locride nel mese di aprile, segno del “fastidio” che iniziative basate sui principi della democrazia economica possono generare in un territorio dove forte è la presenza di infiltrazioni criminose.

Ma è un segnale di speranza quello che è partito da Cittanova. Una speranza presente anche nelle parole di Mons. Bregantini che, in aprile, aveva lanciato la scomunica contro chi aveva colpito e fiaccato la voglia di fare e di crescere dei giovani del territorio. Per Bregantini, che ha ricordato l´esperienza originale della produzione di frutti di bosco in un territorio apparentemente estraneo a questa coltivazione (grazie al know how importato dal “suo” trentino) non si deve mai farsi abbattere dalle difficoltà; semmai, comprendere come “le sfide positive spingono ad un eroismo più alto”.
Tutto questo con l´obiettivo di trasformare la “marginalità in possibilità”.

Parole di speranza, riprese anche dagli interventi istituzionali: il Presidente Talarico ha ricordato l´attivazione di un conto corrente aperto presso la BCC di Cittanova per aiutare la ricostruzione materiale delle serre e dei macchinari distrutti dalle intimidazioni delle settimane precedenti
annunciando di aver già raccolto la somma di 100 mila euro; Mons. Rosso ha ricordato come lo stare insieme, il “fare cooperazione” sia il più alto esempio di solidarietà (“investite nella formazione cooperativa”); il Presidente Azzi ha ricordato l´impegno convinto di tutto il Credito Cooperativo alla diffusione della cultura della legalità. Sottolineando anche come, sul terreno dello sviluppo del Mezzogiorno, sia attiva la Fondazione “Tertio Millennio” la quale, proprio con la BCC di Cittanova, ha da tempo avviato programmi di sviluppo locale di alto valore sociale e collettivo.


(c/c n. 202020 - ABI 08492 – CAB 81350 – CIN “W” intestato alla “Federazione Calabrese delle BCC per la Diocesi di Locri – Gerace”)
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra