08/06/2005 Iniziative
Le BCC lombarde varano la ¨Borsa dei Progetti Sociali¨

La Federazione Lombarda delle BCC - insieme ad Altis dell´Università Cattolica di Milano ed alla Regione Lombardia - ha varato il 10 maggio scorso la Borsa dei Progetti Sociali, per dare una risposta alla ricerca di finanziamenti dei progetti perseguiti dalle oltre 30 mila organizzazioni non profit lombarde.

“Le 49 Banche di Credito Cooperativo della nostra regione – ha evidenziato il presidente di Federcasse e della Federazione Lombarda delle BCC, Alessandro Azzi – forti della loro diffusione nelle province del territorio lombardo, in cui si contano 600 sportelli, si propongono come il partner ideale in grado di garantire la raccolta e la selezione dei progetti in cerca di finanziamento e, d´altra parte, partecipano all´iniziativa, offrendo la loro capacità di mobilitare e coordinare le forze economiche e sociali del territorio, orientandole alla realizzazione di processi di crescita e qualificazione delle comunità di riferimento¨.

L´importanza di poter contare su partner come le BCC della Lombardia, è stata decisamente apprezzata anche dal prof. Mario Molteni, direttore di Altis, che ha precisato come “l´obiettivo della Borsa dei Progetti Sociali trovi una naturale declinazione, proprio grazie alle sinergie che nascono dall´interazione del mondo produttivo lombardo e delle fondazioni d´impresa e bancarie, interessate allo sviluppo di attività nel sociale.

Con la collaborazione delle Banche di Credito Cooperativo, presso i cui sportelli le organizzazioni non profit potranno presentare le richieste di finanziamento dei propri progetti, poi vagliati dalla sede centrale della Borsa dei Progetti Sociali, Altis si occuperà di assistere le organizzazioni suddette nella ricerca di partner e nella messa a punto del piano di gestione”.

Prima esperienza di questo genere nel panorama nazionale, la Borsa dei Progetti Sociali esprime l´opportunità strategica che il Credito Cooperativo ha di confermare, nei confronti delle istituzioni e del pubblico, la propria innata vocazione e le proprie singolari capacità di coordinare e mobilitare le forze del territorio, sia sociali, sia economiche, orientandole a razionalizzare i processi di crescita e qualificazione delle comunità, di cui sono la genuina espressione.

L´innovativo progetto sarà sovvenzionato, per i primi tre anni, dalla Federazione Lombarda delle BCC e dalla Regione Lombardia.


Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra