02/03/2005 Convegni
Il Credito Cooperativo al Forum internazionale sul Marketing Territoriale

Il 17 ed il 18 febbraio è stato organizzato a Roma da Sviluppo Lazio, l´Agenzia per l´attuazione della programmazione regionale in materia economica e territoriale, il Forum internazionale di Marketing
territoriale dal tema I territori nel nuovo mercato mondiale. Presenti i ministri Baccini e Scajola, la tre giorni ha visto interventi (tra gli altri i professori Derrik de Kerckhove e Gamaleri e l´anchorman
Massarini), e case history interessanti.

Il direttore generale di Iccrea Holding, Luigi Dante, è stato invitato a partecipare ad una delle tavole rotonde previste nella seconda giornata del
Forum, sull´argomento Fondazioni bancarie e sviluppo territoriale, per descrivere il sistema delle BCC ed il loro ruolo strategico per lo sviluppo locale.

La vicinanza alle persone che vivono e lavorano nel territorio permette alle più di 400 BCC non solo di assistere il segmento industriale più comune in Italia, le Pmi, finanziando mediamente il 25% circa delle loro attività, ma anche di avere ¨al centro¨ del loro sistema altri destinatari specifici: le persone, essendo uno dei pochi esempi nel panorama bancario con un trend positivo per l´aumento dei collaboratori; le istituzioni, a favore di un miglioramento continuo nelle sinergie con gli enti locali (da cui passano gran parte dei meccanismi di sviluppo territoriale); la società civile, per l´inclusione finanziaria (e sociale) del cittadino, sia consumatore che imprenditore, italiano o immigrato.

Sono questi, sostanzialmente, i veri ¨azionisti¨ delle BCC, protagoniste di un sistema bancario che si esprime, a differenza degli altri, “dal basso verso l´alto” nei rapporti tra le banche ed i suoi organismi centrali. Dunque, più di 400 Banche che servono il territorio, più di 400 ¨Fondazioni¨ autonome per lo sviluppo locale con l´obiettivo di affrontare i rischi che nascono da un´economia ¨globalizzata¨, che rappresentano più di 400 soluzioni per la crescita non solo dei propri ¨azionisti¨, ma anche del territorio dove ogni banca si è radicata nel corso degli anni.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra