10/06/2004 Eventi
Premio Ilaria Alpi: il contributo delle BCC alla libertà di stampa

La serata, presentata dal giornalista Rai Andrea Vianello, ha consentito di fare il punto sullo stato del giornalismo di inchiesta nel nostro Paese, ma soprattutto di tenere alta l´attenzione sulle molteplici minacce alla libertà di stampa che tutt´oggi, ovunque nel mondo, colpiscono giornalisti che attraverso il proprio lavoro hanno il solo compito di fare da tramite tra i fatti e l´opinione pubblica.

Tra i vincitori delle diverse sezioni nelle quali quest´anno si è articolato il Premio, Tiziana Ferrario del TG1 con il servizio “La guerra del nord Uganda” dedicato al conflitto “dimenticato” che semina distruzione nel paese africano; Damiano Ficoneri de La7 con “La tosse di Ground Zero” (reportage sui troppi malati di cancro tra i vigili del fuoco dell´11 settembre); Massimo Miori (Italia 1) con l´inchiesta “Voci di Linate 1” dedicata alle conversazioni tra i controllori di volo di Linate in occasione della tragedia dell´8 ottobre 2001 dove persero la vita 118 persone; Laura Moretti (Sky Tg24) con “La violenza sulle donne” volto a divulgare uno scottante dossier di Amnesty International su un aspetto della condizione femminile spesso rimosso dai grandi mezzi di informazione.

Per la prima volta quest´anno il Premio ha avuto anche una sezione “estero”. A vincerla, la giornalista tedesca Yulie Gesterl (Zdf – German Television) con il reportage “My terrorist”, storia di una hostess israeliana che dopo un attentato nel quale muore una sua collega, trova la forza e la volontà di conoscere la realtà dell´attentatore palestinese e di giungere al perdono.

Nel corso della serata è stato anche conferito il premio speciale alla Libertà di Stampa alla memoria di Jean Dominique, direttore di Radio Haiti assassinato nel 2000.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra