25/11/2003 Cooperazione
Maggiori agevolazioni per le cooperative lombarde

Condizioni più favorevoli alle cooperative lombarde, ora riconosciute come imprese a tutti gli effetti, semplificazione burocratica e agevolazioni economiche, le innovazioni principali contenute nel testo (PDL n. 263) consultabile integralmente sul sito del Consiglio della Regione Lombardia

¨Con questo progetto di legge - hanno commentato i relatori Giuliano Sala e Giovanni Orsenigo - si intende sostenere il dinamismo delle imprese cooperative e la loro competitività, favorendo soprattutto la fase di avvio della cooperativa, agevolando l´accesso al credito e promovendo la qualità dei servizi e dei prodotti, con attenzione particolare per il settore dei servizi sociali.¨

In particolare, la Regione Lombardia costituisce un Fondo di Rotazione regionale per la concessione di prestiti e finanziamenti agevolati alle società cooperative, e la stessa Regione Lombardia si farà direttamente garante dei prestiti e dei mutui accesi dalle cooperative. Specifici contributi saranno orientati ad alleggerire le spese necessarie per l´avvio dell´attività lavorativa, e saranno privilegiate le cooperative che attueranno interventi e servizi improntati alla qualità e all´innovazione tecnologica.

Contemporaneamente viene avviato un processo di semplificazione delle procedure burocratiche, con la costituzione di una Anagrafe regionale delle cooperative (un Albo per quelle sociali), senza comportare aggravi ed oneri a carico dei soggetti cooperativi.

Particolarmente importante la parte relativa al credito, che vede le Banche di Credito Cooperativo in posizione di rilievo vista anche la loro natura di società cooperative.
A giudizio del vice presidente della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, Giovanni Pontiggia, che ha seguito tutte le fasi di predisposizione della legge, viene inoltre favorita una maggiore sinergia tre le Banche di Credito Cooperativo e il mondo della cooperazione; le BCC potranno infatti offrire sul mercato bancario agevolazioni maggiori rispetto agli altri istituti bancari, così da essere riconosciute dal sistema cooperativo lombardo quale soggetto creditizio privilegiato.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra