15/07/2003 Convegni
Profitto e responsabilità sociale d´impresa: l´esperienza del Credito Cooperativo bresciano

Ersilio Tonini
Ersilio Tonini

Un semestre in crescita quello delle Banche di Credito Cooperativo della provincia di Brescia che, nonostante la congiuntura, chiudono positivamente la prima metà dell´anno. Uno sviluppo che presta una particolare attenzione all´etica.
È questo infatti il punto di forza su cui insistono le BCC, al centro del dibattito nel convegno Profitto e responsabilità sociale d´impresa organizzato dalle Banche di Credito Cooperativo bresciane lo scorso 14 luglio.

Un tema, quello della responsabilità sociale, che per il Credito Cooperativo prende corpo attraverso iniziative concrete che testimoniano e riconfermano l´attenzione alla persona, l´impegno che pone al centro del proprio agire l´uomo con i suoi bisogni.

Un impegno testimoniato dal Bilancio Sociale e di Missione delle 11 BCC della provincia di Brescia, presentato dal presidente della Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo, Alessandro Azzi, nel corso del convegno, dal quale emerge che il Credito Cooperativo bresciano ha sostenuto, nel 2002, oltre 1.700 progetti per quasi 3 milioni di euro.

Il Bilancio Sociale e di Missione, ha affermato Azzi, “è uno strumento per rinnovare la nostra fiducia e l´impegno con la comunità locale, in una concezione del credito che non è altro che dare e ricevere fiducia”. “Il Bilancio Sociale per le Banche di Credito Cooperativo – ha proseguito Azzi - è uno specchio dell´essere buone banche e buone cooperative. Per le BCC fare il Bilancio Sociale, cioè ´rendicontare´ quanto di buono si è riusciti a costruire per intere comunità, è un percorso obbligato”.

Al convegno, che si è svolto a Brescia, hanno partecipato numerosi esponenti di istituzioni pubbliche, private e religiose, tra i quali Paolo Corsini, sindaco di Brescia, Alberto Cavalli, presidente della Provincia, Mario Molteni dell´Università Cattolica di Milano - che ha aperto i lavori sul tema centrale del convegno ¨Profitto e responsabilità sociale¨- , Umberto Fazzone, direttore generale dell´assessorato Famiglia e solidarietà della Regione Lombardia e Francesco Bettoni, presidente della Camera di Commercio di Brescia.

Al convegno è intervenuto anche il cardinale Ersilio Tonini, arcivescovo di Ravenna, che ha sottolineato come “la responsabilità sociale ha assunto oggi proporzioni smisurate: l´attuale società non è più quella di un tempo, stiamo assistendo allo sviluppo di una nuova mondialità che impone le proprie sfide”.

Grazia Sestini, sottosegretario al Welfare, concludendo i lavori del convegno, ha affermato che “non c´è differenza tra imprese, banca, profitto e l´impegno per i deboli”.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra