23/06/2003 Centenari BCC
Cassa Rurale Sopramonte, festa grande per i cent´anni
Cento anni, in fondo, per la storia non sono niente. Eppure un secolo fa Sopramonte era solo un minuscolo comune dell´Impero austroungarico, povero fino alla fame, arretrato, isolato. Molti emigravano, i più cocciuti rimaneva a presidiare un territorio che appariva avaro. Le idee di don Guetti cominciavano a girare le valli trentine e a Sopramonte nasceva sul finire dell´Ottocento la società di pastorizia per la gestione delle malghe e del caseificio.
Poi venne la Famiglia cooperativa nel 1895, e nel 1903 la Cassa Rurale.

Ricordare oggi quei momenti - come hanno fatto il 1° giugno scorso durante la celebrazione ufficiale del primo secolo di vita il presidente della Cassa Rurale di Sopramonte BCC Romedio Cappelletti e il direttore Doriano Depaoli - significa affondare la memoria nelle radici di questo movimento, che è soprattutto rapporto con la comunità, fiducia nello sviluppo, attaccamento al territorio.

“Il primo obiettivo importante – ha detto Cappelletti – è quello di far conoscere e trasmettere alle nuove generazioni le conoscenze e le testimonianze del passato per garantire un futuro a questa nostra istituzione”.

In occasione dei festeggiamenti per il centenario, la Cassa Rurale di Sopramonte ha anche promosso una raccolta di fondi a favore della Lega Italiana per la lotta contro i Tumori attraverso una lotteria di cui sono stati venduti, ad un euro l´uno, 5mila biglietti.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra