14/11/2002 Centenari BCC
Cento anni di Credito Cooperativo ricordati a Fornace

Il presidente Sandro Sighel
Il presidente Sandro Sighel

Il paese trentino, collocato a metà tra l´Alta Valsugana e la Valle di Cembra, può contare da un secolo sulla presenza discreta ma fondamentale della Cassa Rurale, il forziere preferito dal risparmiatore che ha accompagnato la crescita della comunità locale.
L´istituto bancario ha operato autonomamente dal 1902 al 1996 quando è entrato a far parte della Cassa Rurale Pinetana Fornace e Seregnano . Il passo ha trovato d´accordo le rispettive compagini sociali, consapevoli che dimensioni maggiori avrebbero garantito un irrobustimento della struttura a tutto vantaggio dei servizi erogati a soci e clienti. Interlocutori che hanno dimostrato fiducia a questa banca, e le hanno chiesto fiducia quando si è trattato di concretizzare progetti importanti.Oggi la Cassa Rurale è impegnata a coniugare i principi che animarono l´azione dei fondatori, che ebbero in Eligio Vicentini il trascinatore, a un agire moderno su un mercato bancario particolarmente concorrenziale dove è necessario, per una Cassa Rurale, conciliare “Tradizione e futuro”.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra