08/01/2003 Bilancio sociale
Bilancio Sociale delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli-Venezia Giulia: come coniugare logica economica e logica sociale

La pubblicazione del Bilancio Sociale ha costituito un´occasione importante per le BCC del Friuli non solo per dare visibilità alla differente identità aziendale delle Banche di Credito Cooperativo rispetto al resto del sistema bancario, ma anche per verificare e migliorare l´effettivo perseguimento dei valori che ispirano l´operato delle BCC attraverso l´utilizzo del Bilancio Sociale come strumento “di gestione”.
Ha inoltre rappresentato una opportunità per rendicontare la concreta utilità ed efficienza delle iniziative sociali in termini di cooperazione, mutualità e localismo.

Presenti in Friuli-Venezia Giulia con 175 sportelli, le BCC hanno saputo coniugare la logica economica e capitalistica dei sistemi bancari con le domande e necessità sociali e collettive, dando sostegno al mondo delle piccole e medie imprese (con il 20% del totale dei crediti bancari), accreditando le famiglie (con il 18,3% del totale dei crediti bancari), e favorendo l´accesso ai crediti agevolati con la gestione del 25,1% delle pratiche relative al comparto del commercio e il 37,1% di quelle riguardanti l´artigianato.

La connotazione etica delle Banche di Credito Cooperativo è rappresentata anche dalla relazione effettiva e quasi funzionale tra la crescita dimensionale delle Banche, testimoniata dall´aumento della raccolta diretta (+15% rispetto al 2001) e degli impieghi economici (+ 13,8% rispetto al 2001), e la corrispondente crescita delle erogazioni a favore di mutualità e beneficenza (2,600 milioni di euro donati alle comunità locali, il 10% in più rispetto al 2001).

Sono così state realizzate più di 3.200 iniziative in campo sanitario, sportivo, culturale, artistico, ambientale, religioso e dell´associazionismo locale. Un sostegno significativo è stato riservato alle istituzioni e alla protezione civile (quasi triplicate le elargizioni in tal senso), al settore sanitario e di assistenza delle categorie più deboli e al settore educativo, scolastico e del lavoro.
Con oltre 2,500 milioni di euro sono stati finanziati progetti di Onlus, cooperative e associazioni di volontariato.

La filosofia cooperativa delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli-Venezia Giulia si afferma a partire proprio dal suo patrimonio di energie umane, che per primo beneficia della attenzione sociale delle Banche. I soci, oggi 31.291, sono cresciuti nell´ultimo triennio del 13% ed anche fra i 1.202 dipendenti si è registrato un incremento delle assunzioni dell´11,5%.

Tra gli occupati più giovani (entro i 25 anni) il 52,17% sono donne: una percentuale che, insieme alla promozione di iniziative per il mondo della imprenditoria femminile (come la sospensione, per particolari esigenze della donna imprenditrice, del pagamento delle rate di finanziamento), evidenzia un´attenzione particolare delle BCC per la componente femminile, troppo spesso trascurata dal mondo economico.
Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra